Milano smart city

Trasformare Milano in una smart city è un obiettivo basilare per la crescita della città, soprattutto per collegarla alla grande rete europea e internazionale. Il ruolo chiave della capitale del Nord Italia è quello di trainare il Paese verso un'Europa sempre più competitiva sul fronte sostenibilità. L'iniziativa Milano Smart City parte dal concetto che una smart city non coltiva solo la sua componente tecnologica, ma deve coniugare sviluppo economico ed inclusione sociale, innovazione e formazione, ricerca e partecipazione. A questo scopo è fondamentale attivare a promuovere sinergie tra aziende, istituzioni ed associazioni che operano nel territorio per raggiungere una smart governance in grado di amministrare la nuova città.

cos'è una smart city? I progetti per Milano, Ascoli e Bari

milano-smart-city-b

 7 LABORATORI D'INTERVENTO

1.Città globale, laboratorio nazionale ed europeo

Milano promuove un continuo confronto sul tema smart city con le principali città europee ed internazionali sia attraverso network sia con la realizzazione di progetti atti a coinvolgere aziende ed università del panorama europeo: un modo per favorire lo scambio di competenze e crescere in modo paritario assieme all'Europa.

2.Laboratorio della mobilità urbana e sostenibile

La città si impegna a riorganizzare e gestire al meglio la domanda di mobilità, sviluppando il trasporto pubblico e promuovendo sistemi innovativi come sharing e peer2peer. Muoversi in città non solo deve diventare un qualcosa di agevole e piacevole, riducendo al minimo i consumi e migliorando la qualità della vita, ma deve essere anche un modo per coinvolgere i cittadini in programmi di sensibilizzazione portati da uno sviluppato sistema di info-mobilità.

3.Laboratorio delle politiche ambientali ed energetiche

Utilizzare la tecnologia per raggiungere degli standards altissimi in campo energetico e salvaguardare l'ambiente. Milano mira ad avere il tasso europeo di raccolta differenziata più alto tra tutte le città che superano il milione di abitanti e promuove la realizzazione di una rete energetica intelligente per gestire l'illuminazione pubblica urbana e l'efficienza energetica degli edifici.

4.Laboratorio di inclusione sociale e diversity

Politiche mirate all'inclusione sociale per garantire le pari opportunità e l'abbattimento dei pregiudizi in tutte le classi sociali, vengono supportate da una serie di nuovi strumenti che favoriscono la socialità e promuovono l'utilizzo di servizi comuni.

5.Laboratorio del benessere in città

L'approccio a Milano Smart City deve essere supportato da una continua formazione che renda coscienti e che accompagni i cittadini nel percorso di trasformazione verso una cultura del benessere. L'idea è quella di rendere partecipativi i cittadini nella gestione degli spazi verdi e dei luoghi pubblici, in modo da renderli consapevoli e portarli dal ruolo di spettatori a quello di attori.

6.Laboratorio di semplificazione per la PA

Semplificare e rendere chiaro a tutti il processo della Pubblica Amministrazione in modo da mettere al centro il cittadino. Facilitare l'accesso ai servizi, attraverso i sistemi telematici, per snellire i tempi burocratici e dare trasparenza alla struttura per avere accesso immediato alle informazioni ed ai dati. Il cittadino deve sentirsi assistito e sicuro in ogni rapporto con la PA.

7.Laboratorio della generazione d'impresa

Creare produttività attraverso le università e la ricerca ed avere un approccio coordinato con le istituzioni e con i partners privati per sfruttare tutte le opportunità di crescita. Capofila del sistema è il progetto per l'EXPO 2015 facendo attenzione a sfruttare al meglio le opportunità per trasformare la città senza perdere di vista i prodotti locali, anzi sapendo valorizzarli al meglio.

Milano può diventare la locomotiva dell'Italia non solo per le strategie ideate e per le tecnologie di cui dispone, ma soprattutto per una volontà di porre il cittadino al centro del sistema urbano favorendone la partecipazione attiva. Non può esistere una smart city senza gli smart citizens, formati con maggiore attenzione alle tematiche sostenibili ed in grado di essere partecipativi in un sistema urbano fortemente evoluto. 

Luca Carlin

Luca Carlin Architetto

Nasce a Belluno dove attualmente vive dopo l'esperienza universitaria a Venezia e un piccolo assaggio di vita tedesca. Abbandona temporaneamente il sassofono contralto e lo sport per aprirsi a nuove esperienze e allo studio del tedesco. Nel tempo libero si interessa al design e al bricolage. 

Ti potrebbero interessare anche...