Classe energetica G: come cambiarla per passare alla classe A. Gli interventi

Gli interventi per cambiare classe energetica

Avere una casa ad alta efficienza energetica significa tenere sotto controllo la quantità di energia consumata per soddisfare le varie esigenze e, soprattutto, avere un controllo sui costi di gestione. Passare da una classe energetica G ad una classe A è possibile anche senza fare grandi e dispendiosi lavori. Ristrutturare la propria casa per migliorare l’efficienza energetica risulta un investimento redditizio dove i risultati non tardano a manifestarsi. L’importante è sapere dove e come intervenire.

In copertina: House with energy efficiency levels graph, energetic consumption, di faithie via Shutterstock.

Conoscere e migliorare la propria casa

Il primo passo per migliorare l’efficienza energetica della propria casa e conoscere le sue prestazioni. Esse sono date dalla sommatoria delle caratteristiche dell’involucro, dell’ambiente circostante e degli impianti che servono la casa. L’indice di prestazione energetica riconosce il valore risultante dal calcolo della prestazione energetica.

Per migliorare l’efficienza energetica della propria casa si può intervenire su tre fronti:

  • involucro
  • impianti
  • produzione di energia da fonti rinnovabili.

L’involucro edilizio

Per involucro edilizio si intende un insieme di elementi che separano l’ambiente interno da quello esterno, ossia pareti esterne e in contatto con ambienti non riscaldati, solai e serramenti. Se questi sono costituiti da materiali caratterizzati da una trasmittanza termica alta, cioè la capacità del calore di attraversare la superficie sottoposta ad una differenza di temperatura, devono essere migliorati attraverso la sostituzione di elementi più isolanti. E' verosimile che gli immobili con classe energetica G siano caratterizzati da elementi dell'involucro edilizio con trasmittanza elevata. 

Gli interventi da effettuare sugli elementi dell'involucro per renderlo più energeticamente efficiente e migliorare la classe energetica dell'immobile: 

Interventi sulle pareti esterne

Un intervento che si può effettuare sulle pareti esterne (e quelle in contatto con ambienti non riscaldati) di un edificio in classe energetica G (o altre classi basse) per migliorarne l'efficienza energetica è l'installazione di materiali per l'isolamento termico. E' verosimile che gli elementi edilizi di un immobile in classe energetica G non siano isolati termicamente. L'isolamento a cappotto, quello cioè che avvolge l'intero immobile, o appartamento, come un cappotto, e ne riduce le dispersioni termiche, può essere applicato su edifici esistenti, consentendo di migliorarne la classe energetica. L'isolamento a cappotto può essere applicato internamente o esternamente, con vantaggi e svantaggi dell'una e dell'altra applicazione, entrambe in grado di ridurre gli scambi termici tra l'interno e l'esterno. Un articolo di approfondimento sulla differenza tra isolamento a cappotto interno ed esterno

La scelta dei materiali per l'isolamento a cappotto non è semplice e va effettuata tenendo in considerazione per lo più la loro conducibilità e densità. I prodotti in commercio sono di tipo sintetico, chimico e naturale. Tra i prodotti naturali ci sono i pannelli isolanti di sughero, che comportano una serie di vantaggi come l'elevata interzia termica, durabilità e traspirabilità. 

E' anche possibile che negli immobili in classe energetica G ci siano molte dispersioni termiche dovute ai ponti termici: punti termicamente deboli dell'involucro edilizio, in cui il passaggio del calore tra interno ed esterno avviene con più facilità. 

Approfondimento consigliato: come calcolare ed eliminare i ponti termici.

Interventi sui serramenti

Sostituendo i serramenti a vetro singolo con infissi di nuova generazione a doppio o a triplo vetro, è possibile che la classe energetica della casa migliori, ma i valori vanno sempre verificati con un tecnico specializzato. Il vetro del serramento non è l'unico punto in cui si verificano le dispersioni termiche che fanno abbassare la classe energetica dell'immobile: gran parte del calore passa anche attraverso l'infisso. Ne esistono in commercio di molto isolanti e le aziende più moderne offrono soluzioni innovative che prevedono l'uso di materiali naturali insieme a quelli più tradizionalmente utilizzati per i serramenti, proponendo serramenti in legno e sugheroserramenti in alluminio e legno.

Gli impianti

Gli impianti che modificano l’efficienza energetica sono quelli per il raffrescamento, per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. Se si è in possesso di una buona caldaia bisogna fare manutenzione periodicamente per consentirne un buon funzionamento e se questa non è in buono stato la si può sostituire ad esempio con una caldaia ad alta efficienza, o addirittura inserire nella propria abitazione una pompa di calore. Avere un buon isolamento termico dell’involucro permette di utilizzare meno energia per il funzionamento degli impianti poiché essa non viene dispersa.

Approfondimento consigliato: Sostituire la vecchia caldaia con una a condensazione

Produzione di energia da fonti rinnovabili

In realtà la produzione di energia da fonti rinnovabili non ha a che fare con l'efficienza energetica. Infatti, è solo dopo aver reso energeticamente efficiente l'involucro edilizio e gli impianti e quindi aver ridotto al minimo gli sprechi di energia della casa, che interviene la produzione di energia da fonti rinnovabili. Per spendere poco e guadagnare sia per se stessi che per l’ambiente bisogna tenere sotto controllo involucro ed impianti, ma il salto di qualità per quanto riguarda le classi energetiche avviene se il fabbisogno energetico della residenza viene coperto in misura significativa da energia prodotta con fonti rinnovabili attraverso l’istallazione di un impianto fotovoltaico o un impianto solare sul proprio tetto, che se pur prevede una spesa iniziale per l’istallazione, viene ammortizzata negli anni.

Approfondimento consigliato: Come accedere agli Aiuti di Stato in materia energia

Francesca Parisi

Francesca Parisi Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...