Solar tower: 24 torri solari produrranno elettricità, cibo e calore a Barcellona

solar-tower-barcellona-g

Il progetto per la realizzazione di 24 Solar Tower a Barcellona, finalista del Premio tedesco Bauhaus Solare, è stato presentato a metà novembre 2012 nella città di Erfurt, ove ha ricevuto notevoli consensi e ampie manifestazioni d’interesse da parte di tecnici, professionisti ed imprenditori del settore, ed il riconoscimento degli organizzatori. Progettate da AAIMM, le Torri Solari si propongono ad una scala intermedia negli insediamenti urbani, costituendo l’anello di congiunzione di tipo sostenibile tra l’approvvigionamento energetico ed il rispetto dell’ambiente: ciò accade con notevoli responsabilità e controllo delle ripercussioni economiche, sociali ed ambientali, in tutte le forme. Allo stesso tempo, le torri sono dei contenitori sociali, in cui vengono promosse attività di vario tipo, lavori temporanei e laboratori per la rigenerazione urbana e lo sviluppo della città.

Le Solar Tower sono infrastrutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili e pulite, che divengono inoltre un’immagine per promuovere e sostenere ad un tempo più azioni positive: valorizzazione di mobilità sostenibile, attraverso usi di biciclette ed auto elettriche, sostegno di spazi produttivi agricoli e luoghi sociali di comunità per l’utenza debole, supporto ad abitanti temporaneamente senza lavoro o senza residenza.

Partendo dall’evoluzione dei paesaggi urbani, dal loro legame con le forniture energetiche e dall’impatto considerevolmente crescente e negativo sull’ambiente, i progettisti hanno effettuato studi accurati su una serie di fattori fondanti: la perdita e le dispersioni di energia in cicli di consumo aperti, elevate spese energetiche in contrapposizione alla possibilità di determinare una raccolta locale ed equilibrata di cibo ed energia, e notevole danno inflitto da comportamenti umani nocivi alle risorse paesaggistiche ed ambientali.

Dopo aver effettuato uno studio sui consumi, sulla possibilità di utilizzare le radiazioni solari per la produzione di energia e sulla opportunità di rendere seriale e ripetibile il risultato, AAIMM ha progettato un’ infrastruttura di dimensioni contenute, da introdurre nella città esistente, per produrre elettricità, cibo e calore secondo principi sostenibili, in virtù delle necessità degli abitanti rispetto alla densità urbana ed ai modi e agli stili di vita.

Il progetto prevede la collocazione di 24 torri a Barcellona, in particolare nei rondò o in aree di servizi principali, spesso spazi di risulta non particolarmente ben definiti nelle città, utilizzati per la disposizione di pannelli pubblicitari e promozionali; in tal modo si intende favorire la diffusione di tali infrastrutture a livello capillare nel tessuto urbano e di conseguenza un’ equa distribuzione dell’energia sul territorio. Così sarebbe possibile produrre una quantità di energia elettrica tale da coprire interamente i consumi totali annui di circa 400 famiglie.

La produzione di energia avverrebbe grazie alla presenza di pannelli fotovoltaici, in grado di rifornire abitazioni e negozi; allo stesso tempo sarebbe presente una stazione di ricarica per biciclette ed auto elettriche, utilizzabili grazie ad un sistema di condivisione attuato e supervisionato dagli uffici amministrativi della struttura.
Ciascuna torre ha quattro piani in cui sono presenti piccoli giardini urbani in quota , la cui cura è affidata a livello produttivo e colturale ad anziani, disoccupati, giovani, scuole ed associazioni, e che possono essere utilizzati come laboratori, aule o per uso comune. A partire da questi giardini potrebbero essere creati piccoli mercati locali, che potrebbero evolversi e diffondersi in una fitta rete di commercio; persone disagiate o in difficoltà possono essere istruite sui lavori manuali o su nuove tecnologie, attraverso una fase di apprendimento che consentirà loro un arricchimento professionale, per la futura ricerca di un nuovo lavoro.

solar-tower-barcellona-h

Obiettivo centrale del progetto delle Solar Tower è favorire lo sviluppo della smart city, con produzione pulita di energia, incentivazione di mobilità sostenibile, e trasparenza nella trasmissione dei dati ai cittadini, comunicati tramite un’apposita applicazione Wi–Fi, creando così le condizioni propizie per un cambiamento consapevole, ottimizzando il modo di lavorare, insegnando a reinventare e modificare i propri comportamenti nella creazione di un nuovo rapporto con l’energia, che possa migliorare la qualità ambientale della produzione energetica e le esigenze abitative, sociali ed umane della città.







Ivana Fasciano

Ivana Fasciano Architetto e Designer

Inventiva a 360°, trova nell’architettura la valvola di sfogo per il suo estro creativo. Adora progettare ville immerse nel verde. L’arte, la musica ed i viaggi le danno la carica per imbattersi ogni giorno in una nuova avventura.