Caratteristiche del sughero e produzione dei pannelli isolanti ICB

Il sughero è una materia prima che presenta caratteristiche chimiche e strutturali uniche, che si amplificano attraverso il processo di tostatura, ottenendo pannelli di sughero con performance coibenti e acustiche eccezionali. Il tutto in modo 100% naturale.

La struttura del sughero

Il sughero si presenta nella sua caratteristica struttura alveolare: ogni cellula ha la forma di un prisma, pentagonale o esagonale, misura dai 10 a 50 millesimi di millimetro, e presenta una densità di circa 40 milioni di cellule per cmc.

Giusto per rendere un'idea, in un tappo di sughero sono contenute circa 800 milioni di cellule.

 Cellula di sughero al microscopio Cellula di sughero al microscopio

La chimica del sughero

Il tessuto cellulare del sughero è così composto per oltre il 70% da suberina e lignina e contiene una grande quantità di gas simili all'aria. I segreti delle prestazioni eccezionali del sughero risiedono proprio in questi elementi.

Grazie al gas, il sughero è estremamente leggero, mentre la caratteristica distribuzione alveolare lo rende eccezionalmente elastico e resistente alla compressione: il sughero può essere compresso fino alla metà della sua dimensione, senza perdere in flessibilità.

Caratteristiche isolanti del sughero vergine

La sua struttura cellulare  presenta tutti i requisiti tecnici per fare del sughero un ottimo materiale isolante, già allo stato vergine. La propagazione per conduzione del calore è limitata dalla scarsità di materia che costituisce le pareti cellulari, mentre l'effetto della convezione è fortemente ridotta dalla presenza di un elevatissimo numero di celle, ricche di aria, ma tra loro indipendenti.

Le caratteristiche coibenti  del sughero erano già note nell'antichità, come dimostrato dal Monastero di Sintra del XVI secolo, le cui celle sono tutt'ora rivestite di corteccia di sughero.

La “tostatura” del granulo e la produzione dei pannelli isolanti ICB

Se già le caratteristiche intrinseche lo descrivono come materiale “naturalmente” isolante, con l'introduzione del processo industriale di tostatura, le prestazioni coibenti sono ulteriormente migliorate.

Il processo di tostatura consiste nel distribuire la corteccia - precedentemente stagionata, selezionata e ridotta a granulo - all'interno di blocchiere metalliche, immettendo vapore acqueo ad una temperatura di circa 280°C.

In pressione e per effetto del calore, il granulo si espande, aumentando in suo volume di circa il 30% e rilasciando – contestualmente - le sostanze cerose, la suberina e la lignina, che fungono da collante naturale, permettendo ai granuli di sughero di auto-collarsi, senza aggiunta di alcuna sostanza aggiunta.

 Caricamento del blocchiere Caricamento del blocchiere

 Il blocco dopo la tostatura Il blocco dopo la tostatura

Una volta tolti dagli stampi, i blocchi di sughero così formati devono essere raffreddati al loro interno, per evitare che il cuore del blocco, perfettamente isolato dall'esterno, continui a cuocere, cristallizzando e riducendo le prestazioni coibente, acustiche, ed elastiche.

A questo punto, la struttura cellulare del sughero è a cellula chiusa e, per via della suberina raffreddatasi attorno alle cellule, risulta insensibile ad acqua e umidità, pur mantenendo una elevata permeabilità al vapore.

Dopo essere lasciati riposare e raffreddare completamente per alcune settimane, i blocchi sono sottoposti alla squadratura, al taglio e alla depolverazione.

 Il taglio dei blocchi Il taglio dei blocchi

I pannelli così ottenuti, detti anche ICB (Insulating Cork Board), sono caratterizzati da:

  • maggior dimensione dei granuli (diametro), un minor peso specifico rispetto al granulo vergine e una conseguente conducibilità termica migliore;
  • colore scuro e tipico e delicato profumo di tostatura, lo stesso che pervade i dintorni delle fabbriche portoghesi;
  • marcatura CE, secondo la normativa EN13170. Tale normativa si applica specificamente ai questi tipi di pannelli ottenuti per auto-espansione e auto-agglomerazione, in modo naturale, escludendo ogni altro tipo di lavorazione e aggiunta di sostanze.

Le caratteristiche del sughero tostato auto-espanso e auto-collato

Il pannello ICB presenta caratteristiche migliorative rispetto al semplice granulo vergine, pur mantenendo la sua completa naturalità, visto che nessun additivo o collante è stato aggiunto in produzione.

Dopo l'espansione del granulo, la conducibilità del pannello di sughero auto-espanso e auto-collato ha un valore (λ) anche di circa 0,036 W/mK. Essendo soggetti a normativa CE, il valore di conducibilità da comunicare è quello “Dichiarato” (UNI EN ISO 10456) che considera un peggioramento statistico per maggior garanzia dell'attendibilità dei risultati. Il valore così ottenuto non è identico per tutti i produttori, ma si aggira attorno a λD=0,039/0,040 W/mK (Fonte Amorim Isolamentos SA – Portogallo).

Il pannello ICB è isotropico, imputrescibile e insensibile all'umido, pur mantenendo una elevata permeabilità al vapore acqueo. Il sughero agisce come freno igrovariabile, essendo maggiormente traspirante in condizioni di asciutto e frenando il passaggio del vapore in presenza di umidità. Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto anche all'uso in interno, in interventi di riqualificazione e risanamento.

Inoltre, essendo un materiale ligneo, il pannello di sughero è naturalmente auto-estinguente. Prove empiriche dimostrano come siano necessari più di 90min per forare un pannello di sughero tostato da 4cm, colpito da fiamma diretta.

 Il comportamento a fuoco Il comportamento a fuoco

Caratteristiche acustiche

Grazie alle sue caratteristiche meccaniche e di elasticità, Il sughero auto-espanso risulta anche un ottimo isolante acustico. Come soluzione per fono-isolamento, il sughero ICB viene utilizzato per la riduzione della trasmissione dei rumori aerei interno-esterno e nei tramezzi divisori. Un sistema cappotto con pannello di sughero ICB da 6cm è in grafo di ridurre la trasmissione aerea esterno/interno di circa 6dB (Fonte Secil Argamassas – ETICS Secilvit CORK).

I pannelli ICB rappresentano anche una barriera efficace alla riduzione dei rumori da calpestio, usati in massetti e sotto-pavimenti.

La struttura del pannello fa sì che, se lasciato a vista, possa fornire ottime prestazioni anche come soluzione anti-riverbero e fono-assorbente.

Caratteristiche di un pannello ICB di qualità

Per poter assicurare le proprie caratteristiche, un pannello di sughero auto-espanso e auto-collato di qualità deve avere le seguenti caratteristiche:

  • essere resistente ma elastico al tatto (non secco)
  • uniforme nella densità e compattezza
  • precisamente squadrato e tagliato
  • NON odorare di bruciato
  • NON presentare zone carbonizzate (anche in profondità).
Andrea dell'Orto

Andrea dell'Orto Marketing

Andrea è un 40enne amante della fotografia e della comunicazione, interessi che è riuscito a far convogliare nel suo lavoro nel marketing. E' consulente presso aziende che operano nel campo della bio-architettura. Grazie alla passione per il sughero, ne è diventato profondo conoscitore e divulgatore.

Ti potrebbero interessare anche...