Planet Solar, la prima barca solare a zero emissioni

planet-solar-barca-c

È nel 2010 che Planet Solar, la prima imbarcazione alimentata totalmente da pannelli fotovoltaici, fa la sua comparsa. Questo grande catamarano di 31 metri di lunghezza per 15 metri di larghezza e 60 tonnellate di peso, è descritto come la più grande barca solare del mondo producendo 103 kW di energia per alimentare i suoi motori producendo zero emissioni. Realizzata in un cantiere di Kiel nella Germania settentrionalee costata diciotto milioni di euro, è stata progettata da un ingegnere svizzero, Raphael Domjan e da un francese, Gérard d’Aboville.

Strade solari: tra asfalti fotovoltaici e vernici intelligente

Già nel 2011 Planet Solar aveva compiuto il primo giro del mondo senza emettere nemmeno un grammo di CO2, raggiungendo tutta la sua propulsione con la sola luce del sole. Le 38.000 celle fotovoltaiche di ultima generazione che ricoprono la barca da poppa sino a metà, hanno avuto un rendimento di almeno il 22%, cioè il massimo dell’efficienza energetica.

Durante questo primo viaggio furono fatti esperimenti per verificare la concreta possibilità di realizzare natanti in grado di abbattere le emissioni, considerando che nel solo settore dei trasporti via acqua, le emissioni di anidride carbonica raggiungono quasi 1,4 miliardi di tonnellate, vale a dire il 6% delle emissioni totali del biossido di carbonio.

Oggi Planet Solar ha ottenuto un nuovo record e un premio particolare.
Solo ventidue giorni per fare più di cinquemila chilometri nella più veloce traversata atlantica sinora compiuta su un’imbarcazione solare, da Las Palmas (Canarie) a St. Martin (Antille francesi). In realtà si tratta di un record poco competitivo, perché ha battuto se stessa nella precedente impresa durante la quale il tempo impiegato era stato di ventisei giorni. Il premio, al contrario, è qualcosa di più importante perché autorizza Planet Solar a entrare in alcune aree marine protette per effettuare rilevazioni scientifiche e questo è stato reso possibile perché, rilasciando zero emissioni inquinanti, non aggredisce il delicato ecosistema marino.

planet-solar-barca-b

Un altro importante progetto, PlanetSolar Deepwater, è già in cantiere: si tratterà di rilevazioni ed esperimenti scientifici da Miami a Reykjavik passando per New York e Bergen.
D’altra parte l’investitore Immo Stroeher ha dichiarato di voler convertire la barca in una sorta di ambasciatrice dell’energia solare, dimostrando come la tecnologia può raggiungere risultati incredibili utilizzando solamente le fonti rinnovabili senza pesare sulle risorse naturali del pianeta non più così abbondanti.

Elena Bozzola

Elena Bozzola Architetto

Si è laureata quando la parola “sostenibile” la pronunciavano in pochi e lei si ostinava a spedire email sulla tutela ambientale a tutti i suoi amici. L’incontro con Architettura Ecosostenibile è stato un colpo di fulmine. Ama la fatica delle salite in montagna e una buona birra ghiacciata dopo la discesa.

Ti potrebbero interessare anche...