Case in bambù: il progetto belga che non pesa sull’ambiente

casa-bambu-belgio-f

Le case in bambù, contrariamente a quanto si possa immaginare, hanno trovato posto non solo in Giappone, ma anche in Belgio nelle Fiandre, nei pressi della città di Rotselaar, grazie al progetto dello studio di architettura AST 77 che ha realizzato un’abitazione completamente immersa nel bosco. Si tratta di una costruzione leggera in tutti i sensi: sia per il materiale con cui sono rivestite le facciate, pannelli in bambù, sia per l’ambiente.

IL PROGETTO
L’edificio in bambù, un parallelepipedo a base rettangolare coronato da un tetto ad una sola falda, sorge in un’area boschiva leggermente in pendenza dove prima esisteva una piccola costruzione di cui è stato salvato il muro di contenimento. Si accede direttamente dal giardino attraverso un portico coperto dove trovano posto gli impianti che raccolgono l’acqua piovana e la depurano per poter essere riutilizzata per gli sciacquoni dei bagni.

La casa, 26,3 metri di lunghezza per 4,5 metri di larghezza, si sviluppa su diversi livelli. Il primo livello ospita la zona giorno: dall’ingresso percorrendo tutta la lunghezza del volume si raggiunge il soggiorno attraversando la cucina. I diversi ambienti sono separati idealmente dalla presenza di alcuni gradini e ognuno si trova ad un’altezza differente.

Le quattro camere e il bagno trovano posto ai livelli superiori separate da ambienti a doppia altezza: un lungo corridoio permette sia l’accesso alle stanze, sia l’affaccio sulla zona giorno.

Durante i periodi freddi una pompa di calore alimenta il riscaldamento a pavimento, mentre durante i periodicaldi il comfort termico è garantito da un sistema di ventilazione agevolato dall’alternanza di spazi a doppia altezza e dalla presenza della vegetazione.

casa-bambu-belgio-g

Le aperture vetrate sono state studiate sia per ammirare la natura circostante sia per sfruttare al massimo i benefici passivi: durante l’inverno la vegetazione spoglia permette il passaggio della luce solare, mentre durante l’estate l’ombra delle piante contribuisce a mantenere gli ambienti freschi. Si è inoltre scelto di ripiantare le essenze morte a causa del cantiere.
Immagini | © Steven Massart






Chiara Nicora

Chiara Nicora Architetto

Architetto interessato ad approfondire i temi legati alla riqualificazione del costruito, progetta case e allestimenti temporanei. Affascinata dal mondo dell'arte in tutte le sue molteplici espressioni, dedica il suo tempo libero come volontaria per il patrimonio culturale.

Ti potrebbero interessare anche...