Certificazione edificio sostenibile firmata ICIM

Certificazione-ICIM

Iniziano ad essere numerosi i riconoscimenti a cui ambire per un edificio sostenibile. È quindi il caso di fare chiarezza ed imparare a conoscerli uno ad uno, capire su quali parametri basano i loro giudizi, che titoli attribuiscono e come ciò incide sul valore dell’immobile nel mercato. Quella più recente, è la
certificazione “edificio sostenibile” dell’ICIM, ente di certificazione indipendente fondato a Milano nel 1988 come Istituto di Certificazione Industriale per la Meccanica. Tra le principali attività, ICIM certifica sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente e la sicurezza sul lavoro. Si occupa della certificazione di prodotti per il settore della sicurezza antincendio, il settore termoidraulico, il solare termico e fotovoltaico e le valutazioni delle emissioni di CO2.

L’istituto ICIM, ha elaborato una nuova certificazione dei Sistemi di Gestione per l’Energia secondo la norma EN 16001 *nota. La certificazione “edificio sostenibile” valuta la situazione sia energetica che ambientale dell’edificio esaminandone la sostenibilità lungo tutto il suo ciclo di vita.

I parametri oggetto di misurazione sono:
– Illuminazione
– Climatizzazione
– Accessibilità e fruibilità degli ambienti
– Rumore indoor e outdoor.
Questi parametri devono garantire un bilanciamento tra le esigenze dell’ambiente, la sostenibilità economica e la qualità di vita dell’utenza.

L’obiettivo della certificazione è la misura del benessere dell’individuo e della collettività e la valutazione oggettiva della sostenibilità degli edifici.

La certificazione ICIM si applica agli edifici del settore residenziale, industriale e terziario pubblico o privato classificati come energivori ma anche a fornitori di servizi di efficienza energetica; è applicabile quindi a qualsiasi tipologia di fabbricato determinandone il livello di sostenibilità qualificandolo sul mercato.

Gli obiettivi europei in materia di sostenibilità, fissati nel 2008, si traducono nello slogan 20 20 20: ridurre i gas ad effetto serra del 20%, ridurre i consumi energetici del 20%, soddisfare il 20% del nostro fabbisogno energetico mediante l’utilizzo delle energie rinnovabili; il tutto entro il 2020!
L’Italia è impegnata con gli altri Paesi europei a raggiungere questi obiettivi e a promuovere misure tese al risparmio energetico per rispettare la direttiva 2002/91/CE che, a partire dal 1° gennaio 2019, consente la costruzione dei soli edifici ad emissioni zero, ovvero edifici in grado di autoalimentarsi producendo energia solo da fonti rinnovabili.
Lo schema di certificazione “Edificio Sostenibile” di ICIM recepisce in anticipo la modifica alla direttiva 2002/91/CE e si propone di integrare gli aspetti energetici in una visione più ampia basata su valori e criteri di sostenibilità che pongono al centro il benessere dell’uomo.

ICIM ha rilasciato la prima certificazione “Edificio Sostenibile” all’Hotel San Rocco di Orta, un antico monastero riqualificato nel rispetto dell’ambiente e del valore storico e artistico dell’edificio. Una delle tecnologie applicate nell’hotel, è H2ydroGEM un combustore catalitico a idrogeno che riscalda gli ambienti attraverso un ciclo di produzione di energia termica a “zero emissioni”.

Generico

Maggiori informazioni sulla certificazione ICIM

*nota Norma EN 16001: la norma Energy Management System vuole far fronte alle problematiche di sistema nelle organizzazioni in materia di prestazioni energetiche. Permette di creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia rispettando le disposizioni cogenti in materia energetica e consente alle organizzazioni che l’adottano di dimostrare la conformità dei processi alle proprie politiche energetiche dichiarate attraverso l’ottenimento della certificazione del proprio Sistema di Gestione dell’Energia (EMS = Energy Management System).















Ti potrebbero interessare anche...