• scritto da Arianna Mortellaro
  • categoria Plastica

Isole di rifiuti: Spiral Island e Pacific Trash Vortex. Due realtà a confronto

Prima di pensare a differenziare il rifiuto si dovrebbe sempre valutare il suo riuso. Si è parlato molto nell’ultimo anno della scoperta del Pacific Trash Vortex, un vortice di correnti che ha prodotto, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, una enorme isola di plastica, la cui superficie dovrebbe essere compresa dai 700.000 kmq15 milioni di kmq. Stiamo parlando di una superficie tre volte superiore a quella della penisola iberica.

L’isola è traslucida e non localizzabile dai satelliti. E’ infatti composta infatti da pezzi di plastica che si sono fotodegradati in pezzi sempre più piccoli, fino alle dimensioni dei polimeri che la compongono (la cui ulteriore biodegradazione è molto difficile), mentre i pezzi più grossi stanno normalmente sotto il livello dell’acqua.
C’è un esempio di ”isola di rifiuti” che invece scongiura il pericolo di un disastro ambientale, ma che vuole invece riutilizzare bottiglie. La bottiglia di plastica, infatti, oltre ad essere il simbolo della raccolta differenziata della plastica in generale, può diventare l’elemento indispensabile anche per un’isola galleggiante, come “Spiral Island” che si trova a sud di Cancun. Questa piccola isoletta artificiale è sorretta da 250mila bottiglie di plastica, bambù e mangrovie ed è la casa del progettista, l’ecologista inglese Richart Sowa.

La costruzione di Spiral Island è iniziata nel 1998, utilizzando bottiglie di plastica vuote, racchiuse dentro reti da pesca, a sostegno di una struttura robusta in bambù irrigidita da un composto di sabbia e radici di mangrovie. Le mangrovie, inoltre, garantiscono l’ombra ed il raffrescamento necessari al comfort di chi abita o visita l’isola.

Spiral Island, che misura circa 20 metri di diametro, è stata distrutta già una volta dall’uragano Emily, nel 2005, ma nel 2008 una nuova Spiral Island ha finalmente aperto le porte alle visite di turisti e curiosi.

La struttura è costituita da 100.000 bottiglie, contro le 250.000 della precedente isolatta, accoglie due spiaggette, una casa, due laghetti, ed una cascata alimentata ad energia solare.

Potete anche vederla con Google Maps.. è qui!

Ti potrebbero interessare anche...