Cemento mangiasmog. Resiste agli agenti inquinanti e purifica l’aria

AAA

Il cemento autopulente e mangiasmog, un’idea tutta italiana, arriva in finale nella categoria industria all’European Inventor Award, gli “Oscar” per l’innovazione, assegnati il 17 giugno a Berlino. Lo sviluppo del nuovo materiale nasce dalla volontà di rispondere all’esigenza dei progettisti di poter impiegare un prodotto capace di resistere nel tempo all’azione degli agenti inquinanti. Non si tratta di una semplice questione estetica, ma anche economica: le facciate degli edifici annerite dallo smog impongono interventi di pulitura e verniciatura periodici che si traducono in ulteriori voci di spesa.

Il cemento ecologico che aiuta a ridurre le emissioni di CO2

IL PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO

I ricercatori italiani hanno introdotto nella composizione del cemento, il biossido di titanio, che ha la capacità di attivare le molecole di ossigeno presenti nell’aria. Si innesca un processo di fotocatalisi, capace di accelerare il processo di ossidazione che avviene naturalmente, grazie al quale l’ossigeno decompone i contaminanti e li trasforma in nitrati e carbonati, ovvero in sostanze che vengono facilmente lavate dall’acqua piovana. Il processo che garantisce la pulizia del materiale, è lo stesso che pulisce l’aria.

cemento-antismog-b

I VANTAGGI DELL’UTILIZZO

La stessa composizione chimica può essere impiegata per la realizzazione di vernici per esterni e interni, pavimentazioni, tegole, pannelli prefabbricati, barriere di sicurezza e antirumore. Le sperimentazioni in laboratorio, affiancate dai risultati sul campo, hanno evidenziato che la facciata di un edificio a 5 piani realizzata con la vernice mangiasmog, costa il 15% in più, ma riduce del 20% l’inquinamento dell’aria. Cosa accadrebbe, allora, se gli edifici di una grande città fossero tutti realizzati impiegando questo prodotto? L’inquinamento dell’aria si ridurrebbe del 50%.

LE APPLICAZIONI

Il materiale è stato impiegato la prima volta dall’architetto statunitense Richard Meier in Italia, per la realizzazione della chiesa Dives in Misericordia a Roma. Da allora sono stati numerosi gli impieghi in altre città italiane ed europee.

cemento-antismog-c

Nel 2006, in Italia, a Segrate, una strada di 500 m in centro città è stata ricoperta con masselli grigi e rossi: i risultati del monitoraggio hanno dimostrato che ipotizzando l’impiego di questo materiale per la pavimentazione e le facciate, lo smog prodotto da un’auto su tre viene completamente annullato. Inoltre, la riduzione delle prestazioni, dovuta alla presenza di sporco sulle superfici, può essere contenuta curando la regolare pulizia delle strade.

cemento-antismog-d

cemento-antismog-e

Il materiale è stato successivamente impiegato per il restauro della Galleria Umberto I a Roma, per Rue Jean Bleuzen a Vanves, per gli edifici che compongono la Cité de la Musique et des Beaux–Arts a Chambéry in Francia e altri ancora.

Nicoletta Falanga

Nicoletta Falanga Architetto

Si occupa di progettazione architettonica e dedica il tempo libero allo studio e al riciclo creativo. Interessata ai sistemi di progettazione e costruzione sostenibile, ritiene sia fondamentale la divulgazione delle conoscenze in materia affinché entrino a far parte delle scelte quotidiane di ciascuno.  

Ti potrebbero interessare anche...