Skateboard diventano occhiali da sole: il progetto sportivo, ecologico e solidale

AAA

Attribuire una nuova funzione a un oggetto non più utile rappresenta una sfida, un’azione creativa che affascina i designer e con sempre più frequenza dà origine a soluzioni singolari. Questa volta l’esempio trova incentivo dalla strada, da uno stile di vita più che uno sport che nella creatività e nell’interpretazione dello scenario urbano trova il suo essere. Ecco quindi che vecchi skateboard non più utili a realizzare “trick” – come comunemente si definiscono le manovre fatte dagli skater – possono fornire il legno adatto a modellare occhiali da sole unici, esclusivi ed eco–friendly.

L’IDEA

Il progetto nasce dall’incontro tra il laboratorio artigiano, con sede a Barcellona, Vuerich B e lo skater del team Quicksilver Javier Mendizabal che alla domanda, “com’è nata l’idea?”, risponde: “Tutto è venuto naturalmente.. dal primo incontro a Barcellona, sino allo sviluppo degli occhiali...”.
L’obiettivo dell’iniziativa consiste nella realizzazione di 50 paia di occhiali in edizione limitata, utili a raccogliere fondi per sostenere Skateistan, un’organizzazione che si occupa di dare aiuto ai bambini della martoriata città di Kabul.

riciclo-skateboard-occhiali-b

riciclo-skateboard-occhiali-e

RIUSO ARTIGIANALE

Frutto di un attento processo artigianale, gli occhiali trovano grazie alla resistenza e alla flessibilità del legno d’acero una componente essenziale per la loro realizzazione; le resine impiegate in origine per incollare i diversi strati di materiale e le grafiche applicate a ogni tavola conferiscono alle montature naturali sfumature che le rendono uniche. La qualità finale dell’oggetto è garantita dalle lenti polarizzate che offrono protezione e comfort visivo.

SKATEISTAN L’AIUTO SOCIALE

Skateistan è una ONG – un modello creativo in grado d’integrare culture, usanze e sport teoricamente destinati a non incontrarsi mai – nata nel 2007 grazie all’idea dell’australiano Oliver Percovich che ha riconosciuto nella sua passione, lo skate, un’opportunità per i ragazzi di Kabul, giovani innocenti che ogni giorno si scontrano con la durezza della guerra.

riciclo-skateboard-occhiali-c

Un progetto dove lo skate diventa uno strumento educativo, capace di trasmettere i valori del rispetto, della solidarietà e della disciplina; un mezzo in grado di stimolare la creatività e fornire ai ragazzi nuove possibilità d’espressione.

Attualmente Skateistan ha ampliato il suo raggio d’azione, proseguendo la sua attività anche in altri paesi, quali Cambogia e Pakistan.
Come in Afghanistan, l’obiettivo prefissato è la realizzazione di strutture utili alla pratica dello skate per offrire possibilità nuove e avvicinare genti e culture dalle distinte origini etniche e sociali.

Michele Candiotto

Michele Candiotto Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...