Lezioni di moda sostenibile: EcoChic Design Award

Ogni anno ad Hong Kong si svolge EcoChic Design Award, il concorso per stilisti emergenti e studenti che ha l’obiettivo di premiare il concorrente che maggiormente è in grado di coniugare alta moda ed ecosostenibilità. L’evento mette a disposizione sul suo sito web una serie di lezioni attraverso articoli e video sul tema dell’impatto ambientale da parte industria tessile, di grande interesse anche per chi non è un grande amante della moda.

MODA SOLIDALE: OCCHIALI DA SOLE DA SKATEBOARD

        

EcoChic Design Award è organizzato da Redress, una ONG ambientalista che lavora per ridurre gli sprechi nel settore della moda educando e ispirando gli stilisti emergenti, informando i consumatori e cercando di cambiare l’industria della moda dalle radici.

L'evento non è un semplice concorso di idee, ma consiste in un ciclo di workshop e lezioni della durata di diversi mesi, in cui i designer compiono un percorso di educazione teorica e di progettazione. I concorrenti vengono educati su diversi temi, tra cui: il gravoso impatto sull’ambiente da parte delle industrie tessili, le più efficaci tecniche per ottenere delle lavorazioni sostenibili prive di scarti di tessuto o che ne permettano il riutilizzo.

Quando gli studenti hanno raggiunto un buon grado di consapevolezza sulle numerose applicazioni della moda ecosostenibile, essi sono chiamati a mettere in pratica tutto ciò che hanno appreso e a creare la propria collezione “eco chic”. Il concorrente che più avrà saputo fondere lo stile con la sostenibilità ambientale, verrà premiato con l'EcoChic Design Award ricevendo una grande visibilità al livello internazionale e con riconoscimenti di carriera, al fine di poter contribuire a cambiare gli ordinari modelli della moda.

ecochic-design-award-b

Il vincitore dell'ultima edizione di EcoChic

L’edizione 2015/2016 di EcoChic è stata vinta dalla giovane stilista polacca Patrycja Guzik, la quale ha dato vita ad una linea di abiti ispirati al tema del “paradiso in terra”, realizzati con indumenti di seconda mano e tessuti deteriorati. Attraverso le tecniche del riciclo creativo e della ricostruzione, ha ideato una gamma di giacche e pantaloni trapuntati.  Dopo la sua vittoria Patrycja ha dichiarato: “Per me, la moda sostenibile significa vivere in equilibrio: abbiamo bisogno di rallentare il consumo e smettere di creare continuamente cose nuove. Dobbiamo cambiare il nostro pensiero nell’ambito della moda ed i progettisti hanno bisogno di mostrare ai consumatori che siamo in grado di fare bei vestiti con abiti vecchi e tessuti danneggiati."

ecochic-design-award-c

Tra le altre finalità del concorso, vi è anche quello di coinvolgere il pubblico e sensibilizzare gli amanti della moda sul tema dell’importante impatto ambientale dell’industria tessile. Sul sito web “EcoChic Design Award”, infatti, è presente una sezione tutta dedicata al mercato del fashion design, ricca di guide e video su come costruire un business sostenibile della moda, la narrazione del ciclo di vita di un’ordinaria camicia e molti altri argomenti stimolanti e di grande ispirazione per chi vuole progettare in maniera responsabile.

Elena Solli

Elena Solli Designer

Ha sempre qualche progetto per la testa: che si tratti della creazione di borse e gioielli fatti a mano, o di cambiare città per continuare gli studi, non riesce a rimanere ferma senza far niente. Si è sensibilizzata ai temi ambientali durante un periodo trascorso in una comunità immersa nel verde dell’Oxfordshire inglese.

Ti potrebbero interessare anche...