Riciclo in architettura: la Weekend Cabin in Cile

Weekend-cabin-g

La Weekend Cabin progettata dall’architetto Juan Luis Martínez Nahuel nei pressi del lago Pirihueico in Cile è un esempio molto interessante di riciclo in architettura. Elemento nodale del progetto infatti è stata la scelta di utilizzare materiali recuperati dalla demolizioni di edifici o dallo smantellamento di strutture esistenti in modo da ridurre in maniera drastica le emissioni di gas serra dovute allaproduzione di nuovi componenti.

Ci si potrebbe aspettare che un approccio del genere dia origine ad un insieme di parti senza una regola precisa – come è possibile che “pezzi” con provenienze e usi precedenti molto differenti siano utilizzati insieme costruendo spazi dotati di armonia? – in realtà la struttura dimostra una profonda ricerca per quanto riguarda il linguaggio architettonico ed è quindi un buon esempio di come sia possibile un modo differente di costruire.

Il sito di progetto, situato nella regione de los Rios, ha suggerito un impianto costituito dalla ripetizione di parti modulari che potessero essere facilmente trasportate su camioncini di piccole dimensioni in grado di addentrarsi nell’area boschiva e in forte pendenza.

La presenza di forti dislivelli ha richiesto anche che il solaio di pavimento fosse sollevato rispetto al terreno: per questo motivo sono stati realizzati dei plinti su cui è fissata la griglia strutturale costituita da travi in acciaio recuperate dallo smantellamento di un padiglione espositivo utilizzato per una mostra temporanea.

All’edificio, su un unico livello, si accede tramite una passerella che coprendo il dislivello conduce ad uno spazio coperto che separa la zona giorno dalla zona notte e che si apre verso nord a captare la radiazione solare su uno spazio antistante l’abitazione aggettante sul pendio boscoso.

Weekend-cabin-b

I serramenti che su questo affacciano sono porte vetrate recuperata da una casa costruita negli anni ’60 dall’architetto Horacio Borgheresi: in precedenza usate come elemento di definizione di un patio diventano qui elemento che caratterizza a livello compositivo il fronte principale in quanto è proprio la loro dimensione a stabilire l’interasse tra gli elementi strutturali in acciaio.

Il fronte sud, più compatto per proteggere dalle dispersioni termiche, è invece realizzato con i listelli del parquet di eucalipto e rauli proveniente da un’abitazione degli anni ’70, impiegati anche per le pavimentazioni interne.

L’aggetto della copertura e lo sbalzo del solaio di pavimento, configurano quest’abitazione come una vera e propria terrazza affacciata verso il sole e verso il lago.









Ester Dedè

Ester Dedè Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...