Garden Bridge, il ponte simbolo di una nuova generazione di città sostenibili

AAA

Londra è di nuovo la protagonista delle città eco–friendly con il suo ultimo progetto, a cura dello studio Heatherwick, del Garden Bridge, 370 metri di verde, curato dal landascape designer Dan Pearson che raccordano le stazioni di South Bank e Temple. La Garden Bridge Trust, in collaborazione con la società dei trasporti londinesi (TfL) e lo studio di ingegneria Arup , sta definendo gli ultimi dettagli del progetto.

Aggiornamento: il 14 Agosto 2017 è stato ufficialmente annunciato che il Garden Bridge non sarà costruito. Tra le cause, un business case debole ed un progetto troppo oneroso.

Scopri di più sul London Garden Bridge

Altri progetti curati dallo studio Arup 

PIANO D’AZIONE PER I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Così come l’Italia ha redatto il Piano Clima, anche la Gran Bretagna si è munita di un Piano d’Azione per i Cambiamenti Climatici, presentato dal sindaco Ken Livingstone a Londra. Con questo pian, il Regno Unito punterebbe a ridurre di almeno il 20% le proprie emissioni di CO2 entro il 2020, e del 60% entro i prossimi 20 anni, in previsione dell’obiettivo europeo di riduzione dell’80% delle emissioni entro il 2050.

london-garden-bridge-b

A fronte di ciò, sono state emesse nuove direttive per i mezzi pubblici transitanti al centro, i quali verranno limitati a favore di veicoli elettrici e ibridi; Londra si appresta così a divenire tra le prime 15 città ecosostenibili al mondo, con un ricavo pari al 25% dal proprio fabbisogno energetico.

IL GARDEN BRIDGE

Il ponte–giardino progettato da Heatherwick è un’infrastruttura verde perfetta per contribuire a contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici e ridurre le emissioni di CO2 aumentando la presenza di vegetazione nella città.

london-garden-bridge-c

È Joanna Lumley, l’attrice inglese di recente apparsa sugli schermi nel film “The wolf of Wall Street”, la mente ideatrice del nuovo ponte verde che taglia da Nord a Sud il cuore di Londra, collegando la sponda di South Bank, da sempre grande polo attrattivo culturale, con la meno frequentata zona adiacente alla stazione di Temple.

london-garden-bridge-d

IL CONCEPT

L’idea nasce dall’esigenza di creare un’oasi felice, lontana dal rumore caotico della metropoli e dallo smog, un luogo dove rilassarsi e godere del panorama suggestivo del Lungo Tamigi.

Il ponte definirà naturalmente un nuovo skyline londinese, diverrà attrazione turistica e simbolo di una nuova generazione di città sostenibili.

Simona Tannino

Simona Tannino Laureata in Architettura

Adora fare fotografie, scrivere e viaggiare. Quasi quanto lo shopping! Affascinata dalle grandi metropoli, si trasferisce nella City alla ricerca di nuovi stimoli. Un suo desiderio è riuscire a conciliare le sue due grandi passioni: architettura e danza. Colleziona Lego, tra un cantiere ed una mostra d’arte. Ah, è famosa per il suo tiramisù!

Ti potrebbero interessare anche...