Come scegliere gli alberi giusti per piccoli giardini

Un albero per giardini piccoli

Spesso chi vive in città non ha a disposizione grandi spazi per coltivare grossi alberi con chioma e rami imponenti. Infatti, uno degli errori più comunemente diffusi è quello di non saper scegliere le piante più giuste per i giardini piccoli e piantare alberi da giardino troppo grandi in spazi ristretti, ricorrendo poi a drastiche potature.
Avere a disposizione un piccolo giardino non significa necessariamente rinunciare al beneficio di un albero, ma è fondamentale commisurare l'albero allo spazio disponibile e che questo sia correttamente distanziato dai manufatti, scegliendo gli esemplari vegetali con lungimiranza.

In copertina: il Cercis canadensis.

IL BOSCO IN CASA: COME COLTIVARE CONIFERE NANE

Libro: progettare e coltivare in piccoli giardini

Criteri per la scelta degli alberi da giardino

Gli alberi sono organismi in continua evoluzione temporale e spaziale, raggiungono le dimensioni definitive generalmente dopo 15-20 anni dalla messa a dimora, quando giungono al pieno sviluppo. Presentano differenze sostanziali che permettono di distinguerli in base all'apparato fogliare, all'altezza che raggiungono a maturità ed al portamento, così da classificarli in diverse tipologie.
Conoscere quali sono queste differenze, ci permette facilmente di effettuare una scelta in base allo spazio che abbiamo a disposizione in giardino.

La classificazione degli alberi

In funzione di apparato fogliare, dimensioni a maturità e forma della chioma degli alberi, abbiamo:

  1. Apparato fogliare - Le latifoglie, ossia quelle piante caratterizzate da foglia larga di forma variabile contrapposte alle aghifoglie comunemente note col nome di conifere, le cui foglie hanno forma di ago. Le latifoglie a loro volta possono essere decidue/caducifoglie che si spogliano delle foglie durante il freddo, dalla fine dell'autunno fino alla primavera o persistenti/sempreverdi che non perdono mai tutte le foglie contemporaneamente.

  2. Dimensioni a maturità - a seconda delle dimensioni gli alberi si differenziano in tre categorie di grandezza
    - alberi di 1° grandezza, altezza max > 20 metri (Tigli, Querce, Pioppi, Platani, Cedri, Frassini, Abeti etc. )
    - alberi di 2° grandezza, altezza max 10 - 20 metri (Aceri, Betulle, Catalpe, Cipressi, etc.)
    - alberi di 3° grandezza, altezza max 10 metri (Cercis, Ornielli, Koerleuterie, Prunus, etc)

  3. Forma della chioma
    - espansa (ampia e di grande volume);
    - globosa e compatta (rotondeggiante e di piccolo volume);
    - colonnare o fastigiata (stretta e più o meno alta tipo Pioppo cipressino);
    - piramidale o conico (generalmente grandi volumi, tipico delle conifere);
    - ombrelliforme (con chioma piatta e alta tipo Pinus pinea);
    - decombente (con chiome che ricadono verso terra tipo Salice piangente).

Bisogna tenere presente che all'interno della stessa specie di alberi si possono trovare sia varietà che geneticamente si accrescono più di altre (ne è un esempio il Tiglio selvatico ad accrescimento più lento rispetto al Tiglio nostrale) che varietà selezionate con portamenti diversi dallo standard della specie come il Tiglio argentato a chioma eretta, rispetto al Tiglio selvatico dalla canonica forma globosa.

Per quanto riguarda l'apparato radicale, ricordiamo che le radici sono da una volta e mezzo, fino a quattro volte più ampie della proiezione della chioma e si trovano, generalmente, nei primi 60 cm di terreno. Con l'aumentare della profondità del suolo, diminuisce la loro densità, principalmente a causa della diminuzione dei livelli di ossigeno e di umidità.

Le specie ideali da piantare nei piccoli giardini

Passando alla pratica, per scegliere bene, è fondamentale conoscere le caratteristiche "volumetriche" degli alberi da giardino, quali come già citato lo spazio vitale epigeo (i metri di altezza, la lunghezza del tronco e la dimensione della chioma) ed ipogeo (la dimensione delle radici) di cui avranno bisogno a maturità e la loro velocità di crescita; tralasciando gli aspetti estetici e le dimensioni della pianta al momento dell'acquisto.

Ricordiamoci che pianta correttamente dimensionata, non solo è più bella da vedere, ma sarà più sana e richiederà minore e semplice manutenzione. Volendosi affidare ad una guida, consigliamo un piccolo manuale dedicato proprio ai piccoli giardini

È quindi ovvio che, se il nostro spazio a disposizione è ridotto, come nel caso di piccoli giardini, la scelta deve ricadere necessariamente su piante di 3° grandezza, prediligendo le specie a foglia caduca, che in estate ci proteggono dai raggi del sole, mentre in inverno perdendo le foglie lasciano filtrare i raggi del sole che scalda le pareti della nostra casa.

Tra le specie di alberi da giardino più adeguati ci sono le piante di terza grandezza (ovvero alte fino a 10 metri) a foglia caduca. 

Ne abbiamo selezionati alcuni particolarmente decorativi:

  • Albero di Giuda
  • Fraxinus ornus o Oriniello
  • Koelreuteria
  • Prunus (ciliegi, mandorli…)
  • Acer palmatum, o acero palmato
  • Biancospino

Albero di Giuda

Tra le piante del genere Cercis c’è il cosiddetto albero di Giuda, o siliuquastro (Cercis siliquastrum), una pianta piccola, che spesso si presenta come un arbusto. Le foglie, di forma a cuore di un verde intenso con nervature più chiare, cadono intorno a Novembre. Fiorisce con dei baccelli lilla o bianchi che spuntano direttamente dai rami e dal tronco. Questo piccolo albero da giardino è in grado di catturare l’azoto presente nell’atmosfera e rilasciarlo nel terreno, dove funge da concime. Nel genere Cercis ricade anche il Cersis canadensis, raffigurato nell’immagine di copertina. 

La pianta dalle foglie a cuore è disponibile per l’acquisto online.

Acquista un albero di Giuda 

Fraxinus ornus 

Fraxinus ornus e dettaglio dei suoi fiori

Conosciuto come Oriniello o Orno, ma anche come Frassino da manna, il Fraxinus ornus ricade nella classificazione di alberi da giardino di terza grandezza poiché difficilmente supera gli 8 metri di altezza e spesso è cresciuto come un cespuglio. Ha fiori profumati, a forma di piccole pannocchie in una tonalità di giallo non troppo intensa. La manna, la linfa estratta dalla sua corteccia, viene tradizionalmente raccolta in Sicilia e Calabria per la sua azione lassativa, espettorante, emolliente e sedativa della tosse.

Acquista una pianta di Fraxinus ornus

Koelreuteria

Koelreuteria e dettaglio dei suoi frutti ai quali deve il nome di albero delle lanterne cinesi

La koelreuteria è una pianta della famiglia delle Sapindacee, a cui appartengono degli alberi noti anche come “Alberi del sapone” per le proprietà detersive dei semi neri all’interno dei loro frutti. La koelreuteria è un albero di piccole dimensioni che ben si adatta ai giardini perché sopporta molto bene le potature e vive bene in spazi stretti. Ha foglie verde scuro e fiori gialli ai quali l’albero deve l’appellativo di “albero delle lanterne cinesi” (o “albero dorato della pioggia” oppure “Golden rain tree”), per via della loro forma. 

Acquista i semi di Koelreuteria paniculata

Prunus

Ciliegio e dettaglio dei suoi fiori

Il Prunus è un genere che include circa 200 specie molto apprezzate come piante ornamentali, tra cui il ciliegio giapponese (Prunus avium), con fiori rosa chiaro, il pesco da fiore (Prunus persica), con fiori bianchi, rosa e un rosso intenso e un ibrido tra il pesco comune e il mandorlo (Prunus amygdalus) con fiori di un rosa carico.  Ricadono nel genere dei Prunus anche le specie da frutto di ciliegio, mandorlo, pesco, albicocco e prugno. Le dimensioni ridotte, le festose fioriture e i gustosi frutti prodotti, rendono questi alberi da giardino ideali. 

Acquista un Prunus avium

Acer palmatum

Acer palmatum e dettaglio delle sue foglie di un rosso brillante

L’Acer palmatum, o Acero palmato, è un albero della famiglia delle Aceraceae caratterizzato dal rosso acceso delle sue foglie, palmato-lobate. Ne esistono anche delle varietà dalle foglie viola (Acer palmatum atropurpureum), e altre con foglie dai colori cangianti a seconda della stagione (Acer palmatum dissetum). Non ama particolarmente le potature. 

Acquista una pianta di Acero palmato

Biancospino

Biancospino e dettaglio dei suoi frutti

Il biancospino della famiglia delle Rosacee, può essere allevato come piccolo albero da giardino (non supera i 6 metri) o come arbusto. Ha rami molto fitti e spinosi che nel mese di maggio si ricoprono di splendidi fiori tra il bianco e il rosa. I frutti, che maturano tra settembre e ottobre, restando sull’albero durante tutto l’inverno, decorano il giardino con il loro colore rosso.

Ordina i semi di Biancospino per il tuo giardino

Erika Maggi

Erika Maggi Agronomo Paesaggista