L'edificio di Alicante che si ispira ad una cicala

Un edificio ispirato alle forme di una cicala trova spazio nel Comune di Alicante, nella Comunità Valenciana, in Spagna, inserito in adiacenza del “Centro Cultural Las Cigarreras”, il più grande spazio culturale della città, composto da un edificio per mostre di arte contemporanea, una casa della musica, un edificio dedicato al patrimonio culturale della città e un giardino verticale.

ARCHITETTURA ANIMALE: FORME ISPIRATE DALLA NATURA

Realizzato nel 2015, l’edificio è stato voluto dal Dipartimento alla cultura del Comune di Alicante, che avendo rinnovato gli spazi del centro culturale voleva un edificio in più adibito a bar-ristorante.

la-cigarrera-alicante-spagna-b

La Cigarrera si estende su un’area di circa 250 metri quadrati, nasce dall’esigenza di avere un nuovo spazio sociale, non una comune caffetteria o sala culturale, ma uno spazio che si adatta all’ambiente che lo circonda e alla sua ubicazione all’interno della città e alla destinazione d’uso.

Un edificio mutevole che si adatta alla natura, come un insetto che si poggia a terra, “La Cigarrera” (che in spagnolo significa “La cicala”) si ispira alle forme dell’omonimo animale, componendosi di una testa, un corpo e una coda. Ciascuna delle tre parti, oltre ad ospitare funzioni diverse, è anche trattata diversamente a livello architettonico, tre pelli completamente diverse caratterizzano e identificano ciascuna di esse, ma allo stesso tempo si amalgamano per creare uno spazio unico e continuo.

“La cabeza” (la testa) ospita spazi tecnici come il bar, con la cucina, lo stoccaggio e le aree di servizio. Esternamente è costituita da un rivestimento in Corian bianco ghiaccio che di notte si illumina come una grande lanterna nella città. “El cuerpo” (il corpo) è invece costituito da vetro e una struttura metallica dai colori sgargianti che vogliono riprendere i colori utilizzati nel giardino del centro culturale.

la-cigarrera-alicante-spagna-c

“La Cola” (la coda) è la parte terminale che ospita i tavolini all’esterno fungendo da schermatura. La sua forma organica è stata progettata e studiata modellando la plastilina fino ad ottenere la forma migliore, ed è poi stata restituita al pc grazie ad uno scanner 3d in modo tale da poterne progettare la struttura interna. Realizzata dall’artista Manolo Garcia, inizialmente nel suo taller poi montata in due giorni in situ, la coda è composta da nastri in legno di olmo posizionati dall’artista uno per uno a distanza di 1 e 2 centimetri l’uno dall’altro. La base sottostante su cui poggiano, e che permette di ricreare la forma organica, è una struttura in legno multistrato tenuto insieme grazie ad elementi metallici e poi verniciato con vernice poliuretanica trasparente.

la-cigarrera-alicante-spagna-d

Pensato inizialmente in grado di adattare le proprie dimensioni ad esigenze specifiche, “La Cola doveva muoversi grazie alle zampe laterali metalliche, tuttavia a causa di problemi di budget non è stato possibile installare il motore che ne permetteva il funzionamento, non è escluso che in futuro possa essere aggiunto e quindi la parte finale in legno potrà diventare dinamica in modo da ottenere spazi diversi a seconda delle esigenze e delle stagioni.

Un aspetto molto interessante del progetto è la partecipazione e collaborazione economica delle ditte fornitrici che, pur di dare alla città un edificio moderno ed innovativo, hanno fornito gratuitamente i materiali. Collaborazione e cooperazione sono stati indubbiamente il fattore chiave di questo progetto.

la-cigarrera-alicante-spagna-e

la-cigarrera-alicante-spagna-f

Francesca Latini

Francesca Latini Architetto

Di origini italo-francesi non poteva che essere un’appassionata di arte in tutte le sue forme: danza, musica, pittura, fotografia e architettura! Tra i banchi universitari scocca la scintilla per la tecnologia e la bioclimatica. Nel tempo libero si diletta ai fornelli e viaggia per conoscere le culture e le architetture del mondo.

Ti potrebbero interessare anche...