• scritto da Redazione
  • categoria Progetti

8 edifici di Frank Lloyd Wright dichiarati patrimonio UNESCO

Guggenheim museum di Frank Lloyd Wright

8 edifici simbolo del lavoro dell’architetto Frank Lloyd Wright nel ventesimo secolo sono stati inseriti nella lista dei siti patrimonio UNESCO sotto la dicitura “The 20th-Century Architecture of Frank Lloyd Wright” (l’architettura del 20^ secolo di Frank Lloyd Wright).

La decisione è stata presa dal comitato del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, recentemente riunitosi a Baku, in Azerbaijan, che ha riconosciuto gli 8 edifici del 20^ secolo del famoso architetto americano Frank Lloyd Wright come influenti nello sviluppo dell’architettura moderna.

Gli otto edifici di Frank Lloyd Wright del 20^ secolo dichiarati patrimonio UNESCO sono (tra parentesi gli anni di costruzione):

  • Unity Temple (1906-1909, Oak Park, Illinois),
  • The Frederick C. Robie House (1910, Chicago, Illinois),
  • Taliesin (1911, Spring Green, Wisconsin),
  • Hollyhock House (1918-1921, Los Angeles, California),
  • Fallingwater - la casa sulla cascata (1936-1939, Mill Run, Pennsylvania),
  • The Herbert and Katherine Jacobs House (1936-1937, Madison, Wisconsin),
  • Taliesin West(1938, Scottsdale, Arizona),
  • The Solomon R. Guggenheim Museum (1956-1959, New York, New York).

Le immagini degli edifici di Wright dichiarati patrimonio UNESCO

Unity Temple di Frank Lloyd Wright dichiarato patrimonio UNESCO

Unity Temple di Frank Lloyd Wright dichiarato patrimonio UNESCO

La Frederick Robie House di Frank Lloyd Wright dichiarato patrimonio UNESCO

La Friedrick Robie House di Frank Lloyd Wright tra gli 8 edifici di Frank Lloyd Wright dichiarati patrimonio UNESCO

Taliesin di Frank Lloyd Wright dichiarato patrimonio UNESCO

Il Taliesin in Wisconsin 

Hollyhock house di Frank Lloyd Wright tra i siti UNESCO

Hollyhock House in California, tra i siti nominati

Casa sulla cascata di Wright dichiarata patrimonio UNESCO

La celebre casa sulla cascata di Wright, o Fallingwater

Herbert and Katherine Jacobs di Wright

La Herbert and Katherine Jacobs House di Wright 

Taliesin West di Wright tra i siti UNESCO

Il Taliesin West in Arizona tra gli edifici di Frank Lloyd Wright dichiarati patrimonio UNESCO

Il Guggenheim museum di New York dichiarato patrimonio UNESCO

Guggenheim museum di New York.

Il gruppo di otto edifici va ad unirsi agli oltre 1000 siti del mondo già dichiarati patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO, dei quali 24 si trovano negli Stati Uniti. E questi otto edifici raggruppati sotto “l’architettura del 20^ secolo di Frank Lloyd Wright” sono i primi e gli unici rappresentanti dell’architettura moderna in USA inseriti nella lista.

In Italia invece proprio l’anno scorso Ivrea, città industriale del XX secolo, è stata riconosciuta patrimonio mondiale, mentre quest’anno è stata la volta del patrimono naturale, con le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, che fanno salire a quota 55 i siti italiani UNESCO.

La storia della nomination degli edifici di Wright a siti patrimonio UNESCO

La decisione di inserire gli edifici rappresentativi dell’architettura del ventesimo secolo di Frank Lloyd Wright tra i siti UNESCO arriva dopo oltre 15 anni di sforzi da parte del Frank Lloyd Wright Building Conservancy (ente che si occupa della salvaguardia degli edifici progettati da Wright) e altri enti, di preparare una candidatura convincente per il comitato.

La prima nomination arrivò nel 2015, quando 10 edifici progettati da Wright erano stati valutati dal comitato UNESCO, riunitosi in Turchia, a Istanbul. In quella occasione però il comitato rinviò la decisione chiedendo di rivedere la candidatura. Negli ultimi due anni quindi, la Frank Lloyd Wright Building Conservancy ha lavorato al fianco degli enti che si occupano della tutela e promozione degli edifici progettati da Wright per affinare e definire ulteriormente i motivi per una nuova nomination.

La nuova candidatura ha sottolineato tre caratteristiche principali che testimoniano l’eccezionale valore universale delle 8 opere dell’architettura del 20^ secolo di Frank Lloyd Wright:

  1. Si tratta di architetture che, attraverso astrazione geometrica e manipolazione spaziale, rispondono a necessità funzionali ed emotive;
  2. Gli edifici della serie sono tutti profondamente legati alle forme e ai principi della natura;
  3. Sono progetti concepiti per rispondere alle mutevoli esigenze del vivere in America, ma che hanno una valenza universale.

Con la nuova riunione del comitato UNESCO in occasione del 2019 World Heritage Meeting, il 7 luglio 2019, gli edifici di Wright del 20^ secolo, che hanno segnato l’architettura moderna, sono stati finalmente inseriti tra i siti patrimonio dell’umanità UNESCO.

Lo sforzo del comitato di salvaguardia del patrimonio architettonico lasciatoci da Frank Lloyd Wright sarà ora quello di continuare a tutelare e promuovere gli otto edifici.

Intanto agli appassionati segnaliamo che su Airbnb è possibile affittare un edificio progettato da Frank Lloyd Wright. Si tratta della la Bernard Schwartz House a Two Rivers in Wisconsin.

Ti potrebbero interessare anche...