Il tunnel verde dove giurare amore eterno. Il progetto della galleria vegetale in Ucraina

tunnel-verde-ucraina-b

Uno degli attrattori naturalistici più rinomato in Ucraina è di certo il tunnel dell’amore, così definito perchè un’antica leggenda narra che se una coppia di innamorati avesse giurato amore eterno nel tunnel, i due avrebbero avuto un felice futuro insieme. A prescindere dalle legende, quello che maggiormente colpisce del progetto è la completa manifattura verde della galleria vegetale di Klevan, un piccolo villaggiovicino a Rivne, una città storica dell’Ucraina.

Ferrovie abbandonate: il progetto di rivitalizzazione Re–mind the gap

QUANDO LA NATURA SUPERA L’ARTIFICIO

Nel caso del tunnel dell’amore di Klevan non si tratta di una delle comuni greenways nate negli Stati Uniti e riguardanti il progetto recupero di tratti di ferrovie dismesse per riconvertirle in percorsi pedonali o tratti ciclabili. Qui l’idea del tunnel verde è alquanto diversa: il verde parte dal basso per salire, curvarsi, scendere e ritornare in piano, una galleria interamente vegetale chesi lascia attraversare da un treno di modesta velocità che transita, rispettoso del tappeto e del cappello del tutto green che attraversa.

Il tunnel interamente fatto di alberi e piante rampicanti disposti in maniera tale da poter assumere le sembianze di una galleria che contenesse ampiamente il transito del treno, offrendo ai macchinisti una vista favolosa che alletta i sensi nelle diverse cromie di verde in stagioni favorevoli. È unica al mondo per la sua originalità, non ricorrendo ad alcun particolare artificio se non la natura come elemento di ricchezza e preziosità.

Lo scenario suggestivo della galleria vegetale si riconferma anche in inverno, quel verde infatti è sostituito dal candido mantello bianco della neve che copre interamente i rami messi a nudo dai climi rigidi diventando un vero e proprio tunnel di ghiaccio.

tunnel-verde-ucraina-c

La ferrovia si estende interamente per 3 km attraversole foreste Ucraine ed è impiegata principalmente per il trasporto di legname ad una fabbrica del posto, senza una piattaforma di cemento o delle rotaie specializzate per muoversi.
Il percorso a piedi del tratto è consentito in giorni e orari precisi, godendo della suggestività naturale. È uno dei primi esempi in cui si può dire a gran voce che una ferrovia è bella per la propria naturalezza.

tunnel-verde-ucraina-d

Non esiste un architetto progettista dell’opera, o, probabilmente, lo si può ravvedere in madre natura, autrice di un grande esempio di architettura vivente.

Per meglio intendere cosa si prova nell’attraversare il tunnel,potrebbe essere indicativo riportare alla mente l’espressione di Ernesto Cardenal,poeta, sacerdote e teologo di origini spagnole, che descrive l’immagine del tunnel dicendo che è tutto un abbraccio, una carezza e un bacio della natura. Egli evoca con queste parole l’immagine perfetta colma di suggestività della galleria green, un paesaggio incantato in cui non si avverte l’intervento dell’uomo che, solo leggermente, ha provveduto a dare degli indirizzi alla natura, senza imporne di propri, quali usuali e semplicistiche colate di cemento.

tunnel-verde-ucraina-e

Il tunnel, più che porsi tra le possibili alternative rigorosamente green, è per lo più un forte tentativo di riappropriarsi degli spazi che appartengono a madre natura, senza infierire con attività umane, proponendosi quale simbolo di una possibile convivenza tra artificio e natura.

Romina Muccio

Romina Muccio Architetto

Ha intrapreso la libera professione e non ne è ancora pentita. A Napoli si occupa di restauro di vecchi edifici ed è fondatrice di un’associazione di donne architetto. Nel tempo libero evade verso la natura incontaminata da plotter e pc e gestisce un piccolo zoo sfamando 2 cani, 2 gatte e una tartaruga.

Ti potrebbero interessare anche...