La certificazione energetica degli edifici in Italia. Un primo quadro di riferimento ufficiale

Forum-nazionale-certificazione-energetica-1

Il 14 e il 15 giugno si è tenuto a Milano il Primo Forum Nazionale sulla Certificazione Energetica, nel quale è stato presentato il Rapporto 2011 “Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia”, un primo quadro di riferimento ufficiale sull’applicazione della certificazione energetica degli

edifici nel nostro Paese. Le conclusioni del rapporto hanno costituito la base per la discussione nei due giorni di Forum. Molteplici i punti di dibattito, come l’esigenza di una maggiore coerenza normativa fra i diversi territori e il ruolo del certificatore energetico, ma è soprattutto emersa la necessità di una maggiore informazione per i consumatori sul valore aggiunto che tale certificazione porta alle abitazioni.

Senza questa percezione, infatti, l’intero processo rischia di essere vissuto come un’ulteriore imposizione. E’ stato osservato, infatti, che mentre sul mercato del nuovo una classe energetica elevata aggiunge valore agli immobili, nel settore dell’esistente questo processo non è stato ancora avviato, pur essendo il mercato della riqualificazione energetica la sfida più importante. Secondo gli organizzatori, CTI – Comitato Termotecnico Italiano e MCE – Mostra Convegno Expocomfort, il Forum ha raggiunto l’obiettivo di accreditarsi come punto di riferimento per i professionisti italiani della certificazione energetica.“Per la prima volta – spiega Massimiliano Pierini, Exhibition Director MCE – legislatori, tecnici e professionisti di tutta Italia si confrontano su uno dei settori cruciali per la politica economica italiana. L’edilizia, infatti, è responsabile da sola di oltre un terzo della bolletta energetica italiana, dove un ruolo importante per le prestazioni energetiche è affidato al riscaldamento, al raffreddamento e alle energie rinnovabili”*.

E’ dunque di fondamentale importanza diffondere con maggiore impegno la nuova cultura della certificazione energetica degli immobili. Ad oggi sono pochissime, infatti, le persone che al momento dell’acquisto o della locazione di un appartamento, sanno quantificare i benefici di un immobile a basso consumo energetico. Un importante passo in avanti è stato comunque fatto col Primo Forum Nazionale, dove si sono registrate circa 500 presenze, un dato che dimostra che l’interesse per il tema della sostenibilità energetica esiste ma dev’essere ancora alimentato, anche in vista delle nuove richieste europee che prevedono, entro il 2020, la costruzione di edifici a consumo quasi zero, un vincolo anticipato al 2018 per il settore pubblico.

* Fonte | Alternativasostenibile.it













Ti potrebbero interessare anche...