Energia dai limoni. Ennio Bertrand e la ricerca artistica sull’energia solare

Energia-limoni-ennio-bertrand-1

Ennio Bertrand è un’artista nato nel 1949 e che vive a Torino. I suoi lavori, installazioni e opere d’arte, hanno come protagonista lo studio della luce, cioè la scienza. Ma cosa possono avere in comune arte e scienza, arte e sostenibilità? Cosa può far capire l’arte, che la scienza non abbia già rivelato? L’artista ce lo spiega senza
parole, mostrandoci il reale potere della luce solare e dell’energia, semplicemente attraverso un’opera d’arte, un’istallazione sorprendente, concettualmente affascinante all’ennesima potenza.

Cielo di Limoni, opera di luce digitale allestita nella sede del Sole 24 Ore, in occasione del Fuorisalone milanese, è un’installazione che presenta una moltitudine di limoni, stesi, o esposti, su un tappeto di finta erba. Non sono posti a caso, o per creare un banale contrasto di colore tra il verde dell’erba e il giallo dei frutti. Sono lì per produrre vera elettricità; sono lì per mostrarci che non sono solo buoni, belli e saporiti, ma per dirci che hanno tanta energia (pulita) e che sono una grande pila sostenibile. Non servono complicate spiegazioni di ingarbugliati meccanismi: i limoni sono lì, a centinaia, trafitti da lamine di metallo.

La meraviglia è che ogni quattro limoni si accende e vive un LED, supportato dalla sola e debole energia elettrica sprigionata dalla lenta trasformazione biochimica del succo acido presente nei frutti messi a contatto con il rame e lo zinco. Questi metalli fanno sì, che la luce accumulata dai limoni durante i mesi della maturazione, riaffiori e si sprigioni in questa mirabile ed originalissima opera d’arte. Lo stupore è evidente, ma latente resta la domanda: se un’artista è in grado di far scaturire luce da un limone, cosa può un ingegnere, un architetto, uno scienziato? Se è così evidentemente facile sfruttare le fonti sostenibili, cosa ancora ce lo impedisce?

Cielo di Limoni

, allestita precedentemente a Torino, a Bari e Sarajevo, come molte altre opere dell’artista, scatena le domande dei collezionisti, i quali vogliono sapere quanto potrà durare l’esperimento. Per quanto tempo l’opera d’arte continuerà a vivere producendo luce? L’artista risponde che la luce continuerà a prodursi per decine di anni, tanti almeno da superare la sua presenza in vita.

L’artista ci fa dunque riflettere sull’energia dei limoni, energia che consumiamo quotidianamente, energia destinata ad esaurirsi se tratta irrimediabilmente da fonti non rinnovabili. L’opera, fa presente Bertrand, vorrebbe cercare di ristabilire un equilibrio tra ciò che rubiamo al pianeta e ciò che gli va restituito. Vuole essere un piccolo, personale, poetico, tentativo di credito, contro un debito che appare ancora incolmabile.

Generico

Scopri come realizzare una pila al limone

Foto | Elisa Pagni















Ti potrebbero interessare anche...