Lavorare da casa: l’illuminazione del proprio ufficio domestico

Grazie alle nuove tecnologie e ai nuovi modelli di business, lavorare da casa è una possibilità offerta ad un numero sempre maggiore di lavoratori. Se le riunioni possono avvenire in videoconferenza, ai dati si può accedere in “cloud” e uno smartphone consente di mandare email e non solo, avere un posto fisso alla scrivania dell’ufficio non è più indispensabile come una volta. E allora ecco che sempre più professionisti scelgono, anche solo saltuariamente, di lavorare da casa.

Per lavorare da casa in maniera efficiente e non lasciare che le distrazioni domestiche ci facciano deconcentrare, è importante non solo riuscire a distinguere il tempo per il lavoro da quello personale, ma anche ricreare un ambiente professionale, in cui trovare tutti i comfort della postazione in ufficio.

In un articolo sui principi del benessere durante il lavoro al computer, abbiamo raccolto una serie di linee guida utili per chi trascorre diverse ore della propria giornata davanti ad un pc. È consigliabile applicare questi suggerimenti sia alla propria postazione lavorativa domestica che a quella in ufficio. È importante considerare la posizione dello schermo e della tastiera, l’altezza e tipologia del piano di lavoro e della sedia oltre alla qualità dell’ambiente circostante.

La qualità dell’ambiente circostante gioca un ruolo chiave nella produttività dei lavoratori che scelgono le mura domestiche come proprio ufficio, ed è bene considerare i livelli di rumorosità, il comfort termico e l’illuminazione della zona in cui si lavora in casa per rendere al massimo delle proprie capacità.

In questo articolo ci occupiamo dell’importanza della giusta illuminazione degli spazi di lavoro domestici.

L’illuminazione del proprio ufficio domestico

La norma UNI EN 12464-1 “Luce e illuminazione – Illuminazione dei posti di lavoro – Parte 1: Posti di lavoro in interni” regola il comfort, il rendimento visivo e la sicurezza dell’illuminazione dei luoghi di lavoro in spazi interni. La norma si riferisce sia alla luce naturale, che a quella artificiale e ad una combinazione delle due. E’ utile far riferimento a tale norma UNI anche per orientarsi sulla scelta della fonte di illuminazione del proprio ambiente di lavoro domestico.

La UNI EN 12464,, nel valutare l’ambiente luminoso, considera parametri quali:

  • la distribuzione dell’illuminazione
  • la distribuzione dell’illuminazione
  • la direzione della luce
  • la variabilità della luce (livelli e colori)
  • l’abbagliamento.

La luce naturale

Sfruttare la luce naturale è importante e altrettanto importante è orientare la scrivania nel modo giusto. Per evitare riflessi sullo schermo ci si dovrebbe sedere in modo da essere di fronte alla finestra oppure perpendicolarmente ad essa. Al contrario, sedersi con le spalle alla finestra può causare indesiderati riflessi o ombre sullo schermo.

La luce artificiale

Integrare la luce naturale con quella artificiale è fondamentale in un ufficio domestico.

L’ideale, nel progettare l’illuminazione artificiale, è combinare due tipi di luce:

  • fonte di luce diffusa
  • fonte di luce puntuale

in modo da ottenere un livello di illuminazione piuttosto omogeneo in tutte le aree dell’ufficio e livelli più alti nella zona limitata in cui si lavora, senza eccessivi contrasti.

Si dovrebbe quindi combinare due tipi di lampade:

  • lampada per l’illuminazione diffusa
  • lampada per l’illuminazione puntuale

Lampade per l’illuminazione diffusa

Di seguito alcuni esempi di lampade per l’illuminazione diffusa del proprio ufficio domestico.

In copertina: Niro: lampada LED a sospensione, combina forme circolari e poligonali. Luce dimmerabile e altezza delle due funi d’acciaio regolabile.

 Malu: Lampada LED a sospensione dalle forme morbide. Sia l’intensità della luce che l’altezza dell’apparecchio possono essere regolate. Malu: Lampada LED a sospensione dalle forme morbide. Sia l’intensità della luce che l’altezza dell’apparecchio possono essere regolate.

 Rita: lampada LED a sospensione costituita da un parallelepipedo in conglomerato cementizio sospeso da fili d’acciaio. Dimmerabile e regolabile in altezza. Disponibile anche nella versione “Elna”, in cui al cemento si associa l’alluminio ossidato (in copertina).  Rita: lampada LED a sospensione costituita da un parallelepipedo in conglomerato cementizio sospeso da fili d’acciaio. Dimmerabile e regolabile in altezza. Disponibile anche nella versione “Elna”, in cui al cemento si associa l’alluminio ossidato (in copertina).

Guarda tutte le lampade LED a sospensione sul sito Lampade.it

Lampade per l’illuminazione puntuale

Poco ingombranti, regolabili nella posizione e intensità di luce. Queste le caratteristiche principali delle lampade da tavola. Di seguito alcuni esempi di lampade per l’illuminazione puntuale del proprio ufficio domestico.

 Jella: Lampada LED da scrivania della designer Lena Schlumbohm, ha vinto il premio "interior innovation award" nel 2014. Intensità della luce regolabile con la tecnologia “touchdimmer”.  Kolja: Lampada LED da scrivania dalle linee essenziali e pulite, costituita solo da due barre d’alluminio che possono essere ripiegate su se stesse quando la lampada non è in uso per risparmiare spazio.  Jella: Lampada LED da scrivania della designer Lena Schlumbohm, ha vinto il premio "interior innovation award" nel 2014. Intensità della luce regolabile con la tecnologia “touchdimmer”. Kolja: Lampada LED da scrivania dalle linee essenziali e pulite, costituita solo da due barre d’alluminio che possono essere ripiegate su se stesse quando la lampada non è in uso per risparmiare spazio.

 Lionard: Lampada LED a morsetto utile per utilizzare al meglio lo spazio sulla scrivania. La flessibilità del braccio fa sì che venga orientata a seconda delle necessità.  Zac: Lampada LED da scrivania a braccio fisso, dal design rigoroso e una finitura opaca ed elegante. Lionard: Lampada LED a morsetto utile per utilizzare al meglio lo spazio sulla scrivania. La flessibilità del braccio fa sì che venga orientata a seconda delle necessità. Zac: Lampada LED da scrivania a braccio fisso, dal design rigoroso e una finitura opaca ed elegante.

Guarda le altre lampade LED da scrivania sul sito Lampade.it

Le lampade esposte in questo articolo possono essere acquistate presso Lampenwelt GmbH, azienda tedesca attiva da oltre 20 anni nella vendita di lampade e lampadine. Presente anche online con Lampade.it, l’azienda propone oltre 18 mila prodotti, rappresentando così sul web la più ampia realtà del settore in tutta Europa. 

Ti potrebbero interessare anche...