Una maglietta per piantare un albero. Quando lo shopping fa bene all’ambiente

T-shirt-green-up-a

A prima vista si tratta di un oggetto di culto da fashion victim: una T–shirt disegnata dalla stilista inglese Vivienne Westwood. In realtà si tratta di un nuovo progetto per Green UP promossodall’UNEP (United Nations Environment Programme) per sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti della deforestazione e per promuovere la conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile “Rio +20”, che si terrà dal 20 al 22 giugno 2012 a Rio de Janeiro, Brasile.

Per raccogliere fondi per la riforestazione europea durante il lancio della nuova iniziativa per Green UP dell’UN Environment Programme (UNEP), concepito per portare la Green Economy vicino agli europei, è stata presentata la linea di magliette Tree–shirt ideate da Vivienne Westwood. Il disegno creato dalla stilista inglese è stato stampato su magliette donate da Anvil Eco T–Shirt Collec, maglieria che ha brevettato un tessuto per magliette ricavato dalla plastica riciclata di bottiglie in PET e cotone coltivato in aziende che hanno messo in atto un processo per diventare biologicamente certificate, e ogni capo contiene un codice QR che permette di accedere a tutte le informazioni riguardanti il programma Green UP. Le magliette sono disponibili online sul sito yoox.com. I ricavi verranno destinati alla piantumazione forestale in Europa: una maglietta equivale alla piantumazione di un nuovo albero.

Diversi studi hanno dimostrato che le foreste di tutto il mondo saranno fondamentali per combattere i cambiamenti climatici. Secondo gli esperti delle Nazioni Unite le foreste europee si espandono di circa 7.000 ettari all’anno, ma molte sono ancora sotto la minaccia della frammentazione causata dall’abbattimento incontrollato, dagli incendi e dalla conversione in terreni agricoli. Questi sistemi forestali, essendo isolati e frammentati, sono più vulnerabili ai cambiamenti climatici e sono anche meno in grado di garantire sostentamento alla fauna, di stabilizzare il suolo e di contribuire all’approvvigionamento dell’acqua per le città, le imprese e soprattutto le comunità che si basano su tali ecosistemi.

Come ha sottolineato Vivienne Westwood, durante la conferenza stampa al lancio dell’iniziativa, la cosa più importante è il coinvolgimento del pubblico. L’opinione pubblica è l’unica cosa che ci può salvare: le persone possono fare la differenza. Le Tree–shirt sono infatti pensate per provocare e ispirare un nuovo modo di pensare. L’antidoto al consumo e al cambiamento climatico è la cultura.

Chiara Nicora

Chiara Nicora Architetto

Architetto interessato ad approfondire i temi legati alla riqualificazione del costruito, progetta case e allestimenti temporanei. Affascinata dal mondo dell'arte in tutte le sue molteplici espressioni, dedica il suo tempo libero come volontaria per il patrimonio culturale.

Ti potrebbero interessare anche...