Svizzera: il padiglione di legno nel parco della biblioteca

AAA

I cittadini di Zugo, in Svizzera, avevano richiesto all’amministrazione della città la realizzazione di un parco pubblico che connettesse i due corpi della biblioteca cantonale, quello principale, posto a sud, ed il vecchio arsenale, di recente rinnovato con l’aggiunta di alcune sale per la ricerca nel 2011; il tutto integrato, possibilmente, con la passeggiata storica tramite percorsi pedonali. A ridefinire questo spazio, il padiglione di legno del parco realizzato dallo studio Ramser Schmid Architekten che ha usufruito della collaborazione di Planetage Landscape Architects, che accogliendo le richieste dei cittadini hanno realizzato l’originale padiglione che con la sua copertura sporgente cela il parco e crea un nuovo senso di identità per l’area.

Padiglioni vegetali: un recinto di salice per il micro parco giochi per bambini

Il grande ostacolo riscontrato sul sito ove sorge il nuovo padiglione della biblioteca è stata la sporgenza, costruita circa 40 anni fa, del parcheggio multipiano interrato che sottostava l’area di intervento. La scelta progettuale dello studio svizzero si è rivelata vincente, enfatizzando e sfruttando la parete che fuoriusciva, invece di nasconderla.

svizzera-padiglione-legno-b

svizzera-padiglione-legno-c

L’idea è stata quella di rivestire la parete con pannelli di legno assemblati orizzontalmente, come a simulare la metrica di una facciata di mattoni, e via via distaccando le doghe per lasciare intravedere la struttura portante sul fondo; si mantiene così il dialogo con i materiali preesistenti senza celarli in modo invasivo, piuttosto valorizzandoli interagendo con essi. Scelta, questa, molto apprezzata dalla giuria della concorso.

svizzera-padiglione-legno-d

svizzera-padiglione-legno-e

Il parcheggio diviene quindi un basamento, da cui si innalza una sezione portante capace di sorreggere la trave a sbalzo che costituisce di fatto la copertura della nuova piazza.

La forma a “fungo” sfrutta la struttura interrata dei cavedi, per l’ascensore e la ventilazione, come contrafforte per la sporgenza del guscio semitrasparente, con funzione di protezione e schermo solare, che raccoglie le sedute al piano superiore.
Il parco è contraddistinto dal prato rasato e dalle guide di cespugli e siepi, le quali indirizzano i visitatori a passeggiare da un lato all’altro dell’area.

Simona Tannino

Simona Tannino Laureata in Architettura

Adora fare fotografie, scrivere e viaggiare. Quasi quanto lo shopping! Affascinata dalle grandi metropoli, si trasferisce nella City alla ricerca di nuovi stimoli. Un suo desiderio è riuscire a conciliare le sue due grandi passioni: architettura e danza. Colleziona Lego, tra un cantiere ed una mostra d’arte. Ah, è famosa per il suo tiramisù!

Ti potrebbero interessare anche...