Social housing e case passive: il binomio nel centro di Parigi

Un complesso di housing sociale nel cuore di Parigi. Questo è il progetto portato avanti dallo studio francese Vous Etes Ici Architectes. L’edificio sorge all’interno del centralissimo V Arrondissement, il più antico della città, sulla Riva Sinistra della Senna nei pressi del Quartiere Latino, frequentato da giovani e universitari. Il progetto vinto nel 2008 vede la sua realizzazione a marzo 2014. Il successo dell’idea del VEI dellecase passive è legato alla volontà di preservare le preesistenze, riuscendo a progettare ben 11 alloggi di social housing e 2 locali di servizi.

SOCIAL HOUSING A PARIGI: IL PROGETTO DELL'ATELIER DU PONT

La disposizione del complesso abitativo di social housing nel lotto permette di mantenere l’illuminazione diretta nella corte della scuola materna adiacente e di avere passaggi pedonali aerati e illuminati naturalmente. L’edifico parigino è composto da un blocco unico di case passive per un totale di 1500 mq in cui i vuoti generano i percorsi che sono evidenziati da rivestimenti e pavimentazioni in resina di color arancio.

social-housing-parigi-vei-b

social-housing-parigi-vei-c

social-housing-parigi-vei-e

La struttura in cemento armato sostiene l’ossatura lignea delle facciate, in parte rivestite in listelli di legno, mentre la copertura a spioventi è in lastre di zinco che parzialmente scende a coprire le restanti parti della facciata.  

Gli alloggi risultano diversificati tra di loro per tipologia ed orientamento, ma la forma che ne segue non è frutto di un gesto scultoreo bensì di una “Architettura di dispositivi”, come tengono a precisare i progettisti.  Ogni alloggio, godendo di diversi orientamenti, permette un miglior comfort termoigrometrico ed una migliore illuminazione naturale e ventilazione naturale degli ambienti.

social-housing-parigi-vei-d

social-housing-parigi-vei-f

Le aperture in facciata sono di 3 grandezze diverse, generando così un gioco di pieno e vuoti. Composte da doppi vetri e da sistemi di oscuramento in alluminio verniciato di arancione che richiamano il colore dei percorsi interni, permettono agli utenti di regolare l’entrata di luce all’interno degli ambienti.

L’edificio risponde appieno alle richieste del “Plan Climat” della Città di Parigi, presenta anche delle logge vetrate apribili a Sud, costituendo così un esempio di architettura sociale efficiente con caratteristiche energetiche PHE (Patrimoine Habitat et Environnement).

Francesca Latini

Francesca Latini Architetto

Di origini italo-francesi non poteva che essere un’appassionata di arte in tutte le sue forme: danza, musica, pittura, fotografia e architettura! Tra i banchi universitari scocca la scintilla per la tecnologia e la bioclimatica. Nel tempo libero si diletta ai fornelli e viaggia per conoscere le culture e le architetture del mondo.

Ti potrebbero interessare anche...