Il progetto sperimentale per la sostenibilità abitativa a Rotterdam

A Rotterdam si sta conducendo un progetto pilota, ideato da Bam housing e basato su un modello abitativo ecosostenibile. Concept house village, questo il nome del progetto sperimentale per la sostenibilità abitativa, si trova nel quartiere Hellplaat e ospita, per il momento, una sola famiglia che per tre anni, di cui uno già trascorso, dovrà vivere e lavorare in questo living lab dalla temperatura media costante di sedici gradi e redigere rapporti settimanali sulla solidità psicologica del nucleo familiare e sulla resistenza dei materiali.

SOCIAL HOUSING A PARIGI: CASE PASSIVE ED EFFICIENZA

L’idea del Concept house village è nata all’interno dell’Innovation dock, un campus tecnologico creativo dove RDM Centre of Expertise, supportato dal ministero dell’Educazione, della Cultura e della Scienza olandese e con il contributo dell’Autorità portuale di Rotterdam, ha raggruppato imprese e istituzioni per sviluppare i migliori progetti di eco sostenibilità.

L’unità abitativa di legno, vetro e terra è dotata di una serra posta all’ultimo piano, dove Helly Scholten, portavoce della famiglia, stilista quarantenne di abiti per bambini e interior designer, è già riuscita a coltivare, nonostante la scarsa luce invernale, zucche, verze, pomodori, zucchine, insalata e sembra essere entusiasta di questo esperimento.

In un’intervista afferma: “Abbiamo la sensazione di trascorrere tutto il tempo in cui siamo dentro casa come se fossimo all’aria aperta e anche l’acustica è diversa. Quando ci muoviamo o spostiamo qualcosa, i rumori giungono più attenuati”. E continua dicendo: “Sono orgogliosa di essere riuscita a far fiorire i limoni e a mangiare i fichi delle mie piante. In pratica, qui una famiglia vegetariana può alimentarsi senza uscire di casa, in modo autonomo. Adesso aspetto di mangiare la mia uva…”.

rotterdam-concept-house-village-b

Jasper Sluimer, direttore di Entrepreneurship & Innovation Bam housing, è altrettanto euforico del progetto e convinto di una larga diffusione del modulo per la sostenibilità abitativa negli anni futuri: “Prima, però dobbiamo essere certi della quantità di energia che viene consumata nell’impiego quotidiano di queste abitazioni e della durata della protezione termica garantita dalle pareti esterne di terra ed erba. L’obiettivo è di renderle il più autosufficienti possibile”.

rotterdam-concept-house-village-c

Elena Bozzola

Elena Bozzola Architetto

Si è laureata quando la parola “sostenibile” la pronunciavano in pochi e lei si ostinava a spedire email sulla tutela ambientale a tutti i suoi amici. L’incontro con Architettura Ecosostenibile è stato un colpo di fulmine. Ama la fatica delle salite in montagna e una buona birra ghiacciata dopo la discesa.

Ti potrebbero interessare anche...