Migliorare l’orientamento della casa vittoriana: la trasformazione possibile

AAA

La scelta dell’orientamento della casa è uno dei requisiti fondamentali nella progettazione della casa ecologica: se su nuovi edifici è base di partenza, sull’esistente è una nuova sfida che ha intrapreso lo studio Architecture Architecture, cercando di trasformare una un’abitazione vittoriana angusta e con poca luce e il suo piccolo cortile in una casa luminosa con aree di intrattenimento all’aperto e al coperto.L’intervento si propone di ridisporre gli ambienti della casa di Melbourne per sfruttare al massimo l’esposizione al sole e l’ombreggiamento nei mesi estivi e invernali, la ventilazione e il ricircolo dell’aria, l’illuminazione, ridurre i consumi e fare scelte tali da massimizzare l’uso delle risorse naturali limitando il ricorso a tecnologie energivore, aumentando la qualità dell’ambiente domestico.

Ampliamento di un’abitazione ottocentesca a Londra

I progettisti hanno convinto la giovane coppia che abita la abitazione di Melbourne, inizialmente decisa a sviluppare gli ambienti–giorno sul perimetro esterno della casa, ad utilizzare la parte posteriore del terreno, eliminando un bagno esistente, per fare spazio ad un cortile orientato a nord–sud.

orientamento-casa-vittoriana-b

orientamento-casa-vittoriana-c

Per completare l’intervento di trasformazione, lo studio di architetti ha pensato di creare un ampliamento che andasse ad integrare l’edificio esistente di matrice vittoriana, che completasse la casa con un bagno e un piccolo studio, un’ampia cucina e una zona soggiorno e che mettesse in relazione l’interno e l’esterno grazie a finestre a pacchetto.

“Costruire lungo questo confine posteriore, creando un migliore orientamento solare della casa, ha impedito la vista dello spazio privato ai vicini e ha fornito un cortile interno che può essere osservato da molti punti di vista all’interno della casa, ha detto l’architetto Nick James.

orientamento-casa-vittoriana-d

orientamento-casa-vittoriana-e

Il tetto spiovente che sovrasta l’ampliamento ha permesso di introdurre soffitti alti, ampi lucernari e aumentare il volume delle nuove stanze.

Come da esplicita richiesta dei committenti, gli architetti si sono preoccupati di fornire uno spazio cucina – soggiorno adatto ad accogliere tante persone, progettando anche panche nella soglia sotto le finestre che aumentassero le sedute disponibili. Nel cortile esterno si ha la sensazione di stare in una stanza, con sedili sui due lati e un camino che consente di intrattenere all’aperto le persone nelle serate più fresche”, ha detto James.

orientamento-casa-vittoriana-f

orientamento-casa-vittoriana-g

Il camino è il recupero di un originale che era stato nascosto dalla costruzione del bagno in epoca più recente. Per rivestire le pareti che circondano il cortile sono stati impiegati mattoni riciclati, utilizzati nella storia industriale del distretto di Abbotsford a Melbourne, creando un piacevole effetto cromatico non omogeneo, quasi mosaicato. I pannelli di legno bianco completano il rivestimento della casa.

orientamento-casa-vittoriana-i

orientamento-casa-vittoriana-h

Un pavimento in calcestruzzo utilizzato nelle zone giorno è stato scelto per la sua efficienza termica in quanto assorbe e rilascia calore, contribuendo a mantenere la temperatura costante in estate e in inverno.

Lucia Terenziani

Lucia Terenziani Architetto

Si perde passeggiando nei borghi storici e nelle città, le piace cogliere istantanee e scorci dimenticati. Vive e lavora a Parma, dove progetta e ri-progetta spazi. Ama leggere, scrivere, visitare musei, immergersi nei boschi e interrogarsi sulle possibilità dell’abitare in armonia con se stessi e la natura che ci circonda.

Ti potrebbero interessare anche...