Mattoni di terra e fibra colorata. Autocostruzione in Cambogia

Autocostruzione-cambogia-e

Sra Pou vocational school rappresenta un luogo a disposizione della comunità, un punto d’incontro in cui gli abitanti di Oudong, paese non lontano dalla capitale cambogiana Phnom Penh, possono trovare l’appoggio e l’istruzione necessari all’avvio di nuove attività e professioni utili a migliorare le precarie condizioni cui versa la popolazione locale; un’occasione inoltre, per insegnare ai residenti come “autocostruire” le proprieabitazioni in modo consapevole e sostenibile.

Realizzato dallo studio finlandese Rudanko + Kankkunen architects, il progetto prende avvio da un workshop promosso dall’Aalto University di Helsinki e trova realizzazione grazie alla collaborazione fra l’organizzazione no profit Ukumbi, i rappresentanti della comunità Sra Pou e i numerosi volontari che hanno contribuito al finanziamento dell’opera.

IL PROGETTO
La scuola a due livelli – realizzati con prodotti e maestranze locali senza l’ausilio di mezzi meccanici – è costruita interamente da una muratura in mattoni di terra essiccati al sole che, disposti in maniera tale da creare piccole gelosie, la rendono permeabile, consentendo alla luce naturale e alla brezza di attraversare l’edificio. Artigianali chiusure in fibra colorata proteggono gli ingressi e rendono l’ambiente di lavoro allegro e accogliente, mentre all’esterno, un portico coperto in legno crea uno spazio permanente a completo servizio della comunità.

L’OBIETTIVO
Per la costruzione della scuola i progettisti hanno scelto di coinvolgere la popolazione locale, favorendo l’utilizzo delle tecniche e dei materiali conosciuti dagli artigiani del luogo. L’obiettivo principale di tale approccio era che i lavoratori imparassero a realizzare la maggior parte delle soluzioni attraverso l’impiego dei materiali a disposizione senza dover ricorrere a tecniche economicamente poco vantaggiose.
A tal proposito, per la realizzazione dei mattoni che compongono le pareti dell’edificio si è impiegato un impasto di terra, argilla, paglia cemento e acqua lasciato essiccare al sole, evitando volontariamente l’utilizzo di processi meccanici che avrebbero aumentato notevolmente i costi di realizzazione. Tutto ciò ha permesso il coinvolgimento, all’interno del cantiere, di numerose persone, operando un’efficace funzione di trasmissione e divulgazione delle tecniche, rendendo il processo replicabile nel tempo.

Autocostruzione-cambogia-f

Autocostruzione-cambogia-g

RUDANKO + KANKKUNEN ARCHITECTS

Rudanko + Kankkunen architects è un giovane studio con sede a Helsinki. Avventurosi e capaci di lavorare a diverse scale progettuali,Hilla Rudanko e Anssi Kankkunen, suddividono la loro attività fra la ricerca di nuove forme architettoniche, il recupero di edifici storici e la promozione di progetti no–profit da realizzare nei paesi in via di sviluppo.

Michele Candiotto

Michele Candiotto Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...