Sfumature di legno nella casa unifamiliare tra il lago e le Alpi

AAA

Dal progetto dello studio k_m Architektur nasce la Wohnhaus, casa unifamiliare situata lungo un pendio rivolto verso la città di Weinfelden. Il prospetto sud offre ampie vetrate che consentono una splendida vista panoramica sulle Alpi svizzere e sul lago di Costanza. Questa scelta architettonica ben si lega con i fabbisogni energetici, consentendo l’ingresso dei raggi solari durante i mesi invernali, mentrei raggi estivi sono schermati dall’aggetto formato dal terrazzo che circonda l’intero corpo di fabbrica. Anche gli elementi a sbalzo garantiscono la protezione dall’eccessiva insolazione dell’edificio nei mesi caldi.

Il progetto: Il recupero di elementi tradizionali di uno chalet in legno in Svizzera

In contrasto con la facciata rivolta a sud, il prospetto nord della casa unifamiliare appare chiuso per proteggere, almeno in parte, la temperatura degli ambienti interni dai venti freddi invernali.

Ad eccezione degli elementi strutturali, tutta la casa è costituita da materiali naturali, in particolare il legno di pino locale che, lasciato essiccare al sole, ha assunto delle sfumature grigie, permettendo, così, all’abitazione di collocarsi in modo armonico nel contesto naturale circostante.

Le scelte ecosostenibili investono anche il sistema di riscaldamento dell’acqua calda sanitaria attraverso l’istallazione di pannelli solari e il sistema di riscaldamento e raffrescamento dell’aria attraverso un impianto ad energia geotermica.

LE SOLUZIONI ARCHITETTONICHE

L’estetica dell’intera costruzione ha un sapore moderno dalle linee pulite, ma non in vistoso contrasto con l’ondulato paesaggio naturale tra lago a Alpi in cui è collocata.

casa-alpi-lago-legno-d

I due livelli della casa sono orizzontalmente diversificati sia dal punto di vista morfologico che da quello funzionale: il volume superiore, più riservato ed introverso, è aggettante e quasi sospeso sul primo che risulta, invece, più aperto verso l’esterno.

casa-alpi-lago-legno-e

Il piano superiore è composto da una camera da letto, dalla sala studio e dalla zona–servizi; questi ambienti sono parzialmente protetti dalle fronde degli alberi circostanti senza rinunciare alla suggestiva visione del paesaggio.
Il piano terra, invece, si affaccia in modo totalmente trasparente sul giardino attraverso l’uso di ampie vetrate scorrevoli.

casa-alpi-lago-legno-f

Gli spazi interni della casa unifamiliare sono organizzati in modo da ospitare una grande sala da pranzo e un soggiorno, separati da una stufa ecologica che funge proprio da divisorio. La zona giorno, inoltre, è distinta dalle camere da letto per i ragazzi mediante un armadio lungo quanto tutto l’edificio e dotato di porte scorrevoli.

casa-alpi-lago-legno-g

Tutti gli ambienti si affacciano su una panoramica terrazza coperta che circonda l’intera struttura allargando, in tal modo, la zona cucina/pranzo senza creare dislivelli tra spazio interno ed esterno. Il rapporto di continuità, ma allo stesso tempo di autonomia del corpo di fabbrica rispetto al contesto fisico, è stato suggerito ai progettisti proprio dal paesaggio delle Alpi che incornicia la visione di tutta la vallata circostante.

Francesca Pedico

Francesca Pedico Ingegnere edile-architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...