Gardens by the Bay: Singapore città tropicale perfetta

AAA

Nel cuore di Singapore si sta sviluppando il progetto “Gardens by the Bay”, un parco che supera l’architettura stessa, dove la tecnologia ritorna alla natura, intesa non solo come modello da imitare, ma come modello operazionale. I giardini botanici di Marina South, servendosi di una tecnologia a basso consumo energetico e sfruttando le energie rinnovabili, sono tra i manifesti della sostenibilità energetica.

IL PROGETTO

Singapore è giunta all’ultimo step verso “la città tropicale perfetta”, pianificazione sociobiologica cominciata nel 1965 con la costruzione di questo micro–Stato. Il progetto dei giardini è stato proposto nel 2006 da un team multidisciplinare composto dall’Atelier 10, ingegneri meccanici e civili, dal Wilkinson Eyre, progettisti, ed i Grant Associates, paesaggisti.

Gardens-by-the-Bay-Singapore-b

I GARDENS

I giardini botanici, che si trovano all’interno di una riserva di 101 ettari (in parte recuperati dal mare) incorporano due serre, tra le più grandi strutture in vetro del mondo (16500 mq). In una, la” Flower Done”, vengono riprodotte le condizioni climatiche mediterranee e delle regioni tropicali; nell’altra, la “Cloud Forest”, le regioni tropicali della giungla. Per poter ospitare alcuni tipi di vegetali, bisognava ottimizzare al massimo le radiazioni solari: la soluzione ideale era una superficie totalmente vetrata con vetri ad alta efficienza, che consentono il passaggio del 65% delle radiazioni e contemporaneamente moderano il passaggio del calore del 35%, integrati ad un sistema di ombreggiamento costituito da vele triangolari regolabili con un sistema automatizzato secondo le esigenze dell’utenza

Gardens-by-the-Bay-Singapore-c

Gardens-by-the-Bay-Singapore-d

Gardens-by-the-Bay-Singapore-e

Gardens-by-the-Bay-Singapore-f

I SUPERTREE

I Supertree, superalberi alti da 25 a 50 metri, sono rivestiti di felci, orchidee, piante rampicanti ed epifite e supportano una tecnologia che riproduce il processo biochimico degli alberi: le cellule fotovoltaiche svolgono le funzioni di fotosintesi e ventilazione, gli impianti di raccolta dell’acqua piovana del nucleo (che conducono l’acqua nel serbatoio ipogeo), quelle delle radici che reincanalano l’acqua nel sistema di irrigazione. Durante le ore diurne rinfrescano ed ombreggiano, di notte sono i protagonisti di uno spettacolo multimediale.

Gardens-by-the-Bay-Singapore-g

Gardens-by-the-Bay-Singapore-i

Gardens-by-the-Bay-Singapore-h

L’adiacente National Park Board fornisce ai giardini 5000 tonnellate si scarti di legno, biomassa utilizzata per la produzione dell’energia necessaria all’impianto alimentato da una caldaia. I fumi prodotti vengono introdotti nell’impianto di climatizzazione, contribuendo alla deumidificazione dell’aria.

Paola Vallario

Paola Vallario Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...