Pannelli di sughero isolante ICB: vantaggi ed applicazioni in edilizia

Pannelli di sughero isolante ICB

Disponibile in pannelli fino a 30 cm di spessore, in granulato o pre-accoppiato a lastre a secco, il sughero ICB (Insulating Cork Board, ovvero pannello di sughero isolante) è utilizzabile in ogni intervento di riqualificazione e isolamento, dal tetto alle pareti esterne, dai tramezzi alle solette.

In copertina: pannelli MD Wave di Amorim per l'isolamento acustico interno.

 

Caratteristiche del sughero

Le caratteristiche del sughero, che lo rendono un ottimo isolante sono da ricercarsi nelle sue caratteristiche fisico-chimiche e nel processo termico di tostatura, che ne massimizza le già ottime prestazioni termo-acustiche.

L'elevata quantità di gas contenuta nella struttura cellulare, unitamente a pareti cellulari composte da una scarsa quantità di materia, minimizzano il passaggio di calore. Tali prestazioni si ritrovano intatte e, addirittura amplificate, dopo la tostatura, per via della espansione delle cellule.

Ugualmente importante è il ruolo della suberina, che, una volta raffreddata, riveste il sughero rendendolo impermeabile e insensibile all'umidità, lasciando però il pannello altamente traspirante..

L'assenza di collanti aggiunti, unitamente ad un eccellente LCA, rende il sughero tostato un materiale isolante naturale, molto interessante anche per la bioarchitettura, anche come isolante acustico.

 cappotto esterno con pannelli di sughero SecilVit CORK. cappotto esterno con pannelli di sughero SecilVit CORK.

[immagine: cappotto esterno in sughero SecilVit CORK]

Vantaggi del sughero in edilizia

I pannelli isolanti di sughero tostato ICB, presentano quindi diversi vantaggi applicativi:

  • imputrescibilità e stabilità dimensionale anche a contatto diretto con acqua e umidità. Queste caratteristiche rendono il sughero ICB l'unico pannello isolante utilizzabile anche come materiale “faccia a vista” da rivestimento, senza intonaco;
  • durabilità illimitata: esistono casi di isolamenti realizzati ad inizio '900 e ancora performanti come il primo giorno. La durabilità dichiarata di isolamenti realizzati in sughero tostato non è frutto di stime, ma derivano dall'osservazione di casistiche reali.
  • ottima capacità coibenteD = 0,040), costante nel tempo, anche dopo 50 anni di impiego;
  • ottimo isolante estivo, grazie al notevole sfasamento dovuto alla massa del pannello;
  • elevata inerzia termica, che previene anche il rischio di formazione di alghe in facciata;
  • elevata traspirabilità e comportamento igrovariabile in condizioni di diversa umidità;
  • sicuro anche nell'uso interno, in quanto non emette alcuna sostanza nociva.

Gli impieghi del sughero in edilizia

La scelta di un isolante o di un Sistema non idoneo può rivelarsi presto negativa, sia in termini di qualità estetica del lavoro eseguito, sia in termini energetici e di durabilità e quindi di costi per l'utente.

Il sughero ICB può essere impiegato come isolante in copertura, a cappotto, nei tramezzi, in solette e sotto pavimenti, sul nuovo come in riqualificazione. Analizziamo ora gli impieghi del sughero ICB nelle principali applicazioni:

Isolamento a cappotto

L'impiego degli isolanti nei sistemi ETICS (External Thermal Insulation Composite System), comunemente detti cappotti, è sicuramente l'uso più stressante, per via della verticalità delle pareti e dei costi diretti e indiretti degli interventi per realizzarli.

Il sughero, grazie alla sua stabilità dimensionale, all'insensibilità all'acqua e all'umido e alla sua struttura sufficientemente rigida, è un materiale semplice da posare, che garantisce la costanza delle prestazioni termiche per tutta la vita dell'edificio. Anche in caso di contatto diretto con acqua o umidità il pannello non è soggetto a variazioni dimensionali, evitando danni e rigonfiamenti all'intonaco.

Le caratteristiche strutturali del pannello ICB permettono, inoltre, l'impiego di malte a base calce, senza l'aggiunta di collanti chimici, a vantaggio della naturalità della finitura, della traspirabilità delle pareti e della durabilità del sistema.

Il sughero ICB garantisce l'ottimale traspirabilità del pacchetto parete, mentre l'elevata inerzia termica del sughero (data dalla massa e dal calore specifico del materiale) previene i rischi di formazione di alghe in facciata nord, permettendo un rilascio notturno graduale del flusso di calore, accumulato durante la giornata, verso la volta celeste.

Si ricorda l'importanza di preferire sistemi ETICS che dispongano del Benestare Tecnico Europeo (ETA), ovvero che siano rispondenti alle linee guida europee di settore ETAG004, che stabiliscono regole e standard in materia di prestazioni dei sistemi a cappotto.

La totale insensibilità all'acqua e alle intemperie rende il sughero ICB idoneo all'uso in esterno, anche senza protezione dell'intonaco, lasciando il pannello “faccia a vista”. 

Un cappotto in sughero da 6cm di spessore è, inoltre, in grado di abbattere di 6 db i rumori aerei provenienti dall'esterno. (dato riferito al sistema ETICS SecilVit Cork di Secil Argamassas – ETA 14/200).

L'applicazione di pannelli di sughero isolante in edilizia

 Villa con cappotto in parte intonacato e in parte faccia a vista. Villa con cappotto in parte intonacato e in parte faccia a vista.

Riqualificazione e risanamento interno

Quando non è possibile intervenire dall'esterno per realizzare un cappotto, si possono adottare soluzioni isolanti interne. Questi interventi possono essere finalizzati alla riqualificazione energetica di un appartamento o al suo risanamento da problemi di condense e muffe derivanti da scarso isolamento o presenza di ponti termici.

In ogni caso, è possibile intervenire utilizzando i pannelli di sughero ICB, in quanto sono certificati A+ e non contengono sostanze nocive alla salute (evidenze natureplus – pannello Corkpan di Amorim Isolamentos ).

Un cappotto interno è realizzabile applicando lo stesso sistema ETICS previsto per l'esterno, oppure attraverso l'impiego di pannelli pre-accoppiati di sughero e cartongesso, fibrogesso o altro. In questo modo, la posa è semplice e veloce.

La posa di un cappotto interno permette di ottenere un sensibile innalzamento delle temperature superficiali delle parete isolate, così da ridurre il rischio di formazione condensa e successive muffe.

Per non incorrere in problemi collaterali di formazione di condensa interstiziale tra isolante e muratura, si consiglia di far effettuare ad un tecnico qualificato un'analisi igrometrica, per conoscere qual è lo spessore massimo di isolante da utilizzare in una specifica zona geografica o per sapere come intervenire nel caso si debba superare questo spessore di sicurezza.

 cappotto interno con sughero accoppiato a cartongesso. cappotto interno con sughero accoppiato a cartongesso.

Insufflaggio

Attraverso l'insufflaggio di sughero tostato granulato nelle intercapedini vuote delle pareti è possibile effettuare interventi di riqualificazione energetica, senza sacrificare spazio interno all'appartamento.

Con il sughero ICB granulato è possibile ottenere importanti riduzioni delle emissioni delle singole pareti, con la certezza che l'intervento effettuato sia duraturo e che il materiale insufflato, oltre a mantenere il proprio potere coibente, non corre alcun rischio di marcescenza, anche con presenza di forte umidità o acqua in intercapedine. L'insufflaggio è effettuabile sia dall'interno che dall'esterno dell'edificio.

L'intervento di insufflaggio, efficace e veloce, non risolve però i ponti termici strutturali (ad esempio strutture in cemento armato), che vanno affrontati sempre con un cappotto interno.

 insufflaggio di sughero dall'interno. insufflaggio di sughero dall'interno.

Isolamento coperture

L'insensibilità all'umidità e all'acqua, unitamente alle elevate prestazioni termiche, sia estive che invernali,  rendono il sughero ICB un'ottima soluzione per isolare le coperture, siano esse piane, inclinate, con o senza sottotetto abitabile, con struttura in cemento o in legno. Allo stesso tempo, il sughero in copertura permette anche un notevole abbattimento dei rumori aerei dall'esterno.

Dove sia necessario garantire la calpestabilità, è possibile impiegare pannelli ICB rigidi, fissati o appoggiati. In alternativa, su superfici irregolari si può ricorrere al sughero tostato granulato, stendendolo così da adattarsi perfettamente alla soletta.

Isolamento acustico

Le caratteristiche del sughero di ottimo isolante acustico possono essere sfruttate si a livello di fono-isolamento che di fono-assorbimento.

Gli impieghi più frequenti sono nei sotto massetti, e sotto pavimenti flottanti per la riduzione degli impatti calpestio, sotto le partizioni verticali per ridurre la trasmissione dei rumori per via strutturale.

In abbinamento alla fibra di cocco, il sughero può essere impiegato come isolante acustico per ridurre la trasmissione dei rumori aerei, sia di alta che di bassa frequenza, attraverso pareti divisorie o solette.

Il sughero, lasciato a vista, è un ottimo materiale fono-assorbente anche per la correzione acustica di ambienti interni. Recentemente, Amorim Isolamentos ha introdotto sul mercato pannelli faccia a vista lavorati con una macchina CNC a 4 assi, in grado di riprodurre ogni tipo di texture 3D, peremttendo di ottenere livelli di fono-assorbimento ideali.

Andrea dell'Orto

Andrea dell'Orto Marketing

Andrea è un 40enne amante della fotografia e della comunicazione, interessi che è riuscito a far convogliare nel suo lavoro nel marketing. E' consulente presso aziende che operano nel campo della bio-architettura. Grazie alla passione per il sughero, ne è diventato profondo conoscitore e divulgatore.

Ti potrebbero interessare anche...