Il bambù in Vietnam: i progetti di Vo Trong Nghia

bambu-vietnam-progetti-a

Il bambù è l’acciaio verde del XXI secolo”. Ne è convinto l’autore del padiglione vietnamita dell’Expo 2015, l’architetto Vo Trong Nghia, fra i maggiori sostenitori al mondo dell’architettura in bambù. “Mi auguro che gli architetti comprendano l’incredibile potenziale di questo materiale e lo impieghino sempre più diffusamente nelle loro costruzioni”, prosegue. Alcuni architetti sono affascinati dalla bellezza del bambù, altri ne apprezzano lepotenzialità espressive, altri ancora si avvalgono delle sue doti strutturali.

Vo Trong Nghia: le abitazioni vietnamite dal tetto verde contro le alluvioni

Si tratta di un materiale naturale, dalla crescita veloce e abbondantein Vietnam, dove lasingola canna costa meno di un dollaro. Qui, il bambù è tradizionalmente utilizzato nella produzione artigianale di cestini, vasellame e arredamento. Quando impiegato come materiale da costruzione, esso si presta ad essere utilizzato per la realizzazione di grandi open space (bar, caffè, resorts immersi nella natura) o padiglioni (l’esperienza di Shangai 2010 ha ispirato quella prossima di Milano 2015). Inoltre il materiale è perfetto per tipi di climi, come quello vietnamita, poco ventosi.

Padiglione Vietnamita per Expo 2015 di Vo Trong NghiaPadiglione Vietnamita per Expo 2015 di Vo Trong Nghia

La caratteristica più importante del bambù è la facilità di curvatura, che permette di attribuire alle strutture forme uniche e ricercate. Con trattamenti appropriati – immersione nel fango e affumicamento – il bambù può raggiungere la stessa durabilità del legno tradizionale.

Nghia ha realizzato numerosi progetti nella sua terra natia: da bar, caffè e ristoranti dove il bambù dà forma a fascinosi archi e cupole strutturali, fino a proposte concrete per risolvere il problema della crisi delle abitazioni, con lo sviluppo di progetti per case economiche rivestite con telai in bambù.

Wind and Water Bar

Wind and Water Bar è una struttura sospesa sull’acqua, alta 10 metri, con una cupola a forma di pseudo–cipolla costituita da 48 canne prefabbricate in bambù e rivestite in paglia.

Il Wine and Water CafèIl Wine and Water Cafè

Kontum Indochine cafe

Kontum Indochine Cafe è un bar dalla particolare struttura a tromba, ottenuta con colonne prefabbricate in canne di bambù tenute insieme da chiodi in rattan, assecondando una certa moda low–tech tutta contemporanea che privilegia i materiali poveri della tradizione costruttiva.

bambu-vietnam-progetti-e

Il Kontum Indochine cafeIl Kontum Indochine cafe

Il fissaggio con chiodi d’acciaio è stato evitato perché il peso puntuale della singola chiodatura avrebbe potuto causare il piegamento della canna. Il materiale è stato preventivamente imbevuto di fango e intriso di fumo, secondo la tradizione locale che adotta questa particolare lavorazione per preservare il legno eliminandone i parassiti.

Housing low–cost

La proposta per l’housing low–cost impiega il bambù come materiale da rivestimento, piuttosto che come materiale strutturale. Filari di canne sono disposti come lamelle tra i pannelli murari, fatti di policarbonato traslucente. In quest’ultimo caso il bambù è stato scelto per la sua economicità, la sua leggerezza e la sua facilità di manutenzione.

bambu-vietnam-progetti-f

La maggiore difficoltà che il bambù incontra nel diffondersi come materiale dell’architettura risiede nella pressoché totale assenza di imprenditori coraggiosi, pronti ad investire su un materiale di fatto poco conosciuto. Inoltre, l’esiguo numero di maestranze che abbiano adeguate conoscenze in fatto di costruzioni in bambù, ci porta a ritenere fondamentale l’educazione e la formazione dei lavoratori in questo campo. Ciò che conta davvero, in ogni caso, è che le sperimentazioni su questo materiale dalle infinite potenzialità costruttive, non si fermino qui.

Barbara Brunetti

Barbara Brunetti Architetto

Architetto e dottoranda in Restauro, viaggia tra la Puglia e la Romagna in bilico tra due passioni: la ricerca accademica e la libera professione. Nel tempo libero si dedica alla lettura, alla grafica 3d, e agli affetti più cari. Il suo sogno nel cassetto è costruire per sé una piccola casa green in cui vivere circondata dalla natura.

Ti potrebbero interessare anche...