Finanziamenti BEI per i giovani imprenditori. Come ottenerli e quali garanzie?

La Jobs for Youth è pubblicizzata in internet come una delle linee di finanziamento agevolato attualmente attiva messa a disposizione dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI) delle imprese già avviate, o start-up innovative, con una somma complessiva di 500 milioni di euro per favorire i giovani imprenditori e l’occupazione giovanile. Vediamo brevemente le caratteristiche dello strumento finanziario, quali banche e istituti di credito cooperativo regionali sono accreditati dalla BEI per l'erogazione del finanziamento e, infine, quali requisiti sono richiesti per ottenerlo.

Qual è il budget BEI per le iniziative dei giovani imprenditori?

Si tratta di un micro credito che copre fino a 25.000 euro destinato a sostenere la costituzione (start-up) o lo sviluppo di piccole imprese (con massimo 10 dipendenti e con fatturato annuo inferiore ai 2 milioni di Euro). Lo strumento finanziario della BEI è anche conosciuto come Progress Microfinance, istituito nel 2010 e finanziato dalla Commissione Europea per rendere più accessibile il credito per chi si assume il rischio di mettersi in proprio.

La funzione del Progress Microfinance è quella di permettere a una serie di intermediari di micro credito dell'UE di aumentare il volume dei prestiti emettendo garanzie per coprire il rischio di eventuali perdite e mettendo a disposizione ulteriori fondi per la concessione di micro finanziamenti, quindi la BEI non finanzia direttamente i destinatari finali. Gli intermediari di micro credito possono essere: banche private o pubbliche, istituti di micro finanza non bancari e erogatori di micro credito senza fini di lucro. Le condizioni di erogazione dei micro finanziamenti - importo, durata, tasso d'interesse e commissioni, tempo necessario per ottenere un prestito - dipendono dall'istituto che li concede e da colui che li chiede, poiché ad ognuno viene assegnato un punteggio di merito rispetto al rischio di solvibilità (rating). I finanziamenti del menzionato strumento non possono essere utilizzati per coprire linee di credito come gli scoperti o i finanziamenti revolving a breve termine.

finanziamenti bei b

Chi può beneficiare dei finanziamenti BEI?

Tutti giovani imprenditori – con età inferiore ai 30 anni che vogliano mettersi in proprio o che siano imprenditori con almeno la maggioranza di quote aziendali di una micro impresa, o che cerchino lavoro poiché rimasti per qualche tempo fuori dal mercato del lavoro e abbia difficoltà ad ottenere un finanziamento tradizionale. Per accedere ai finanziamenti BEI del piano “Jobs for Youth” le imprese dovranno possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  1. aver assunto almeno 1 lavoratore, di età compresa fra i 15 ed i 29 anni, nei 6 mesi precedenti la domanda di prestito o provvedere alla sua assunzione nei 6 mesi successivi;
  2. offrire programmi di formazione professionale o stage per i giovani;
  3. aver stipulato un accordo di cooperazione con un istituto tecnico o scuola o università per impiegare giovani;
  4. avere un assetto proprietario in cui la maggioranza del capitale (oltre il 50%) è detenuto da giovani sotto i 29 anni;
  5. essere tra i soggetti rientranti nelle disposizioni della Legge n. 99/2013 sulla promozione dell’occupazione giovanile.        

Come chiedere il finanziamento?

Per richiedere il finanziamento BEI per prima cosa occorre accertarsi se ci sia già un intermediario di micro credito aderente a Progress Microfinance nel proprio paese o regione. La richiesta delle informazioni sui requisiti e le procedure per ottenere un finanziamento e l’invio della domanda di micro credito vanno indirizzate direttamente all'ente intermediario più vicino. L’elenco delle banche italiane intermediarie - aggiornato al 2016 - è scaricabile dal sito web della BEI.

finanziamenti bei c

Abbiamo osservato che nell’elenco dei contatti non sono indicati gli intermediari finanziari per tutte le regioni e non sono riportati i nomi - ma solo i cognomi dei  responsabili dello sportello - i relativi enti di appartenenza, i numeri telefonici e in alcuni casi anche il sito internet. La BEI precisa che nel caso in cui non fosse indicato un interlocutore per una banca del gruppo, occorre riferirsi alla capogruppo. Nonostante l’elenco sia recentissimo, molti link non conducono all’informazione utile, in quanto questa sembra stata spostata o addirittura eliminata. Pertanto, la qualità delle informazioni non è omogenea e nemmeno completa.

finanziamenti bei d

La richiesta di finanziamento, sia per offrire che domandare lavoro, va indirizzata direttamente agli enti della propria regione che fanno capo al Piano europeo Garanzia Giovani (Youth Guarantee), ideato come soluzione per combattere la disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training). In sinergia con la Raccomandazione europea del 2013, l'Italia dovrà dunque garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un'offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.

Preciso che, con il presente rapporto intendo raccogliere e organizzare l’informazione più veritiera possibile riguardo al tema per i seguenti motivi: in primo luogo, per onestà intellettuale e, in secondo luogo, per far chiarezza su una notizia pubblicata da vari enti in modo incompleto e impreciso. Dei tre istituti bancari italiani contattati - i cui nomi, per ovvie ragioni, non menzioniamo - due mi ha fornito risposte identiche, ma inutili:

“Non esiste uno sportello dedicato a informare in merito alla linea di credito della BEI per i giovani. Non c’è attualmente un responsabile informato sulla linea di credito della BEI per giovani". 

"Non siamo al corrente riguardo a questa linea di micro credito esclusiva per i giovani imprenditori. Dovete rivolgervi direttamente alla BEI di Bruxelles.”         

Tuttavia, i soldi stanziati sono tanti e possono essere erogati direttamente da tali intermediari a tassi più vantaggiosi rispetto a quelli offerti dagli altri istituti di credito non accreditati dalla BEI. Il terzo ente contattato deve ancora rispondere, ma attendo fiduciosa un suo riscontro a breve giro perché immagino una UE più vicina ai cittadini, meno frammentata dalla eccessiva burocrazia che non produce ricchezza, anzi la parassita inutilmente!

Per concludere, ho constatato che a livello nazionale, risulta inesistente uno sportello dedicato al controllo della veridicità e completezza delle informazioni diffuse dagli intermediari finanziari indicati dal supremo ente finanziario europeo, o almeno per accogliere le segnalazioni riguardanti eventuali imprecisioni riscontrate nei siti web. Per il momento l’unica opzione (e la più costosa) possibile per ricevere ulteriori informazioni, pare essere quella di rivolgersi all’ufficio che rappresenta la propria regione a Bruxelles oppure direttamente allo sportello della BEI nella medesima città.

Giovanna Barbaro

Giovanna Barbaro Architetto e Tecnologo

Deve il suo carattere cosmopolita a Venezia, dove si laureò in architettura (IUAV). Dal 2008 europrogettista nei settori green economy e clean tech. Nel 2017 ha realizzato uno dei suoi più importanti sogni: fondare Mobility-acess-pass (MAP), un'associazione no profit per la certificazione dei luoghi pubblici per le persone con disabilità motorie. Tra i suoi hobby preferiti: la fotografia e la scrittura

Ti potrebbero interessare anche...