Da fabbrica di ceramica a laboratorio di creatività. Il recupero di Espai Baronda

recupero-fabbrica-ceramica-c

Il complesso Espai Baronda è il risultato di un attento recupero di una fabbrica di ceramica abbandonata nella città di Esplugues nel Parc dels Torrent – Spagna. L’ampia area industriale è stata trasformata in luogo di incontro e di lavoro per diverse società e per i cittadini, per i quali la riconversione dell’area a laboratorio di creatività diventa valore aggiunto per il quartiere. Il progetto di ristrutturazione e adattamento, che è stato insignito del secondo premio del Contract World Award 2011, è stato curato dallo studio di architettura Alonso, Balaguer y Arquitectos Asociados che ha colto l’occasione per ricavare all’interno del complesso gli spazi per la sua sede operativa.

Progetti di recupero: nuovi uffici da un magazzino per lo stoccaggio

La fabbrica di ceramica è stata dismessa intorno agli anni ’90 del secolo scorso. Le caratteristiche morfologiche del complesso Espai Baronda sono state mantenute e il recupero dei materiali originali ha permesso di conservare parte della storia del nuovo laboratorio.

L’involucro è caratterizzato da un doppio rivestimento: quello interno è vetrato mentre quello esterno, che costituisce la pelle dell’edificio, è formato da uno strato in laterizio traforato che contribuisce sia all’isolamento termico sia a celare gli impianti e le attrezzature tecniche che possono essere raggiunte attraverso una serie di passerelle metalliche.

Questo tipo di doppia facciata permette alla luce naturale di pervadere gli spazi interni senza risultare di disturbo sia dal punto di vista visivo sia termico. I raggi del sole, inoltre, invadono gli ambienti anche grazie al ripristino dei vecchi lucernari evitando di utilizzare per la maggior parte del tempo la luce artificiale.

recupero-fabbrica-ceramica-d

Si accede ai diversi spazi della fabbrica attraverso una hall a doppia altezza dalle molteplici funzioni: spazio espositivo, spazio distributivo e luogo di incontro. L’edificio è aperto sia a manifestazioni pubbliche, con spazi per dedicati alla creatività e alle esposizioni, sia a eventi privati ed è fruibile durante tutto l’arco della giornata. Diverse società hanno i propri uffici e condividono alcuni servizi come la mensa o l’auditorium. Inoltre una porzione del complesso ospita l’esposizione permanente della collezione di ceramiche di Angelina Alós, lasciato in eredità dalla sua famiglia, e alcune opere premiate da varie edizioni della Biennale di Ceramica Esplugues.

recupero-fabbrica-ceramica-e

La sinergia tra investimento pubblico e privato ha permesso il recupero di una porzione di città destinata al degrado e alla demolizione attraverso il riutilizzo creativo degli spazi riconvertiti dal punto di vista funzionale.

Chiara Nicora

Chiara Nicora Architetto

Architetto interessato ad approfondire i temi legati alla riqualificazione del costruito, progetta case e allestimenti temporanei. Affascinata dal mondo dell'arte in tutte le sue molteplici espressioni, dedica il suo tempo libero come volontaria per il patrimonio culturale.

Ti potrebbero interessare anche...