Il casale immerso nelle colline lucchesi

Nelle campagne lucchesi, nei pressi di Bolognana, lo studio di architettura MIDE architetti ha restaurato e trasformato un complesso rurale costituito da un casale del 1887 e da un edificio più modesto chiamato in toscana “il tirasotto”. L’attenzione posta all’analisi degli elementi architettonici tipici e dei materiali storici ha permesso la realizzazione di un intervento attento al passato e contemporaneamente proiettato verso il futuro.

casale colline b

Il progetto del casale

I volumi semplici, caratterizzati da spessi muri in sasso e mattoni facciavista e tetti in legno a doppio spiovente, sono collocati in un contesto naturale dove si alternano colline lucchesi coltivate e boschi di querce e di castagni. I prospetti non sono stati modificati per non alterare la visione d’insieme del complesso rurale: sia i materiali sia le aperture sono stati integralmente mantenuti. Unica eccezione sono stati gli infissi: i telai in legno erano eccessivamente ammalorati e sono stati sostituiti con strutture in acciaio.

casale colline c

casale colline d

Gli interni, dallo stile moderno, conservano un fascino antico. Le pareti sono state tinteggiate di colore bianco dopo essere state trattate con un intonaco a base di calce naturale steso manualmente utilizzando le tradizionali spatole e spugne. In questo modo la struttura irregolare degli elementi verticali è stata messa in evidenza. I soffitti in legno di castagno sono stati recuperati: le travi principali sono state ricollocate mantenendone il colore originale, mentre le tavelle sono state sbiancate.

Il tirasotto all’interno è stato invece completamente ristrutturato. I pavimenti sono in calcestruzzo e le pareti sono lisce e di colore bianco. Il blocco cucina e i servizi igienici sono identificati da un volume nero. Inoltre un centro benessere con idromassaggio e sauna è stato collocato nel piano ipogeo.

casale colline e

casale colline f

Il giardino circostante, collegato direttamente all’aperta campagna, accoglie una piscina dalle considerevoli dimensioni, che si appoggia delicatamente al suolo. Le lastre utilizzate per la pavimentazione di pertinenza e per i percorsi nel prato garantiscono l’effetto di integrazione e non di contrasto con la visione bucolica d’insieme.

casale colline g

Chiara Nicora

Chiara Nicora Architetto

Architetto interessato ad approfondire i temi legati alla riqualificazione del costruito, progetta case e allestimenti temporanei. Affascinata dal mondo dell'arte in tutte le sue molteplici espressioni, dedica il suo tempo libero come volontaria per il patrimonio culturale.

Ti potrebbero interessare anche...