Bionic Tower: la torre biomorfa che respira come un essere vivente

bionic-tower-b

Da tempo gli architetti lo hanno capito, il riferimento non può essere che Lei: Madre Natura! Studiandone i principi piuttosto che evocandone le forme, i progettisti traggono ispirazione per le loro opere sostenibili. Lo stesso ha fatto il team LAVA, acronimo di Laboratory for Visionary Architecture, per la progettazione della torre Bionic. L’ispirazione dalla natura si combina con le tecnologie energeticamente efficienti e con la curadel design per ottenere una torre definita “biomorfica”.

L’edificio, paragonato ad un essere vivente, è studiato attraverso la modellazione parametrica in modo tale da essere costantemente ottimizzato. Pertanto la base si configura come un’unità piccola e semplice per poi crescere in complessità giungendo al punto più alto, con il massimo risultato in termini di efficienza energetica e leggerezza.

Ventilazione naturale, efficienza energetica, sistema di raccolta dell’acqua sono gli organi principali di questo organismo; e non può non esserci una pelle controllata per reagire alle influenze esterne dell’aria, della temperatura, della pressione, dell’umidità e delle radiazioni solari.

È ovvio che architettura e ingegneria camminano di pari passo per raggiungere l’ottimo risultato di interazione con la natura, non solo sotto il profilo tecnico, ma anche sotto quello estetico e visivo con una struttura all’avanguardia in cui efficienza ed eleganza, utilizzando tecniche di progettazione avanzate, coesistono in un unico prodotto, quasi un oggetto di design.

bionic-tower-c

Maria Pia Cibelli

Maria Pia Cibelli Ingegnere Edile

Sognatrice cronica per amici e colleghi, opera sul versante del Somma-Vesuvio della provincia di Napoli, in un territorio straordinario, ricco di valori storico-architettonici e ambientali da preservare. Il tempo libero tra gite enogastronomiche e campi di volley non è mai abbastanza.

Ti potrebbero interessare anche...