Biennale di Venezia: la 14esima Mostra Internazionale di Architettura

biennale-venezia-2014-a

È stata aperta ufficialmente al pubblico il 7 Giugno la Biennale di Architettura di Venezia, giunta quest’anno alla sua 14°edizione. Il curatore di questa mostra a carattere internazionale, Rem Koolhaas, ha scelto il tema “Fundamentals”. Koolhaas sottolinea il fatto che le precedenti edizioni della mostra siano state incentrate sull’architettura contemporanea e futura mentre in questa edizione si vuole fare riferimento al passato e alle architetture storiche chehanno caratterizzato il nostro, come gli altri Paesi chiamati a partecipare.

Biennale di Venezia: uno sguardo al Padiglione Italia dell’edizione 2012

LA STRUTTURA DELLA 14° MOSTRA

Il Padiglione centrale
Nel Padiglione centrale della Biennale di Venezia il filo conduttore è la ricerca dei fondamenti dell’architettura, degli elementi principali usati da ogni architetto nei nostri edifici: pavimenti, tetti, scale… L’esposizione analizzerà quindi l’evoluzione di tali elementi nel corso della storia, la loro reinterpretazione in diverse culture e l’innovazione tecnologica che hanno avuto nel tempo.

Aggiunge Koolhaas che “attraverso una panoramica globale dell’evoluzione degli elementi architettonici condivisi da tutte le culture, la Mostra estenderà il discorso all’architettura al di là dei suoi parametri tradizionali, e coinvolgerà ampiamente il pubblico nell’esplorazione di una dimensione familiare, perduta e visionaria dell’architettura”.

I Padiglioni Nazionali
Nei Padiglioni Nazionali il tema sarà “Absorbing Modernity: 1914–2014”.
Si tratta di un viaggio storico tra le architetture del passato fino ad arrivare ad oggi. L’architettura di inizio XX secolo aveva spiccati caratteri nazionali che la rendevano facilmente identificabile mentre oggi queste caratteristiche nazionali peculiari si sono perse per lasciare posto ad una uniformità di linguaggio.
Ogni autore è chiamato a presentare, citando il curatore, “il processo di annullamento delle caratteristiche nazionali a favore dell’adozione quasi universale di un singolo linguaggio moderno e di un singolo repertorio di tipologie”.

biennale-venezia-2014-b

L’Arsenale
L’Arsenale sarà invece teatro di “Monditalia”. Tema unico di questo padiglione sarà l’Italia, rappresentata dalle altre arti che si esibiscono in Biennale. Danza, musica, cinema e teatro saranno infatti chiamate a fare un ritratto collettivo del nostro paese.

IL PADIGLIONE ITALIA

Il Padiglione Italia di questa edizione è ideato e curato da Cino Zucchi, architetto italiano, nato nel 1955 e laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano e in Arte e Design presso il Massachusetts Institute of Technology.
Autore di progetti importanti come gli edifici residenziali e per uffici nell’area dell’ex Alfa Romeo a Milano, la galleria–scultura di Lugano, la sede Salewa a Bolzano, l’ampliamento del museo dell’automobile di Torino e il masterplan per l’area di Keski Pasila a Helsinki, nel 2013 è stato nominato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo curatore del Padiglione Italia.

biennale-venezia-2014-c

Il nostro padiglione s’intitola Innesti/Grafting

e si concentra principalmente sull’architettura di Milano, protagonista del prossimo EXPO, mostrando le evoluzioni di edifici e struttura urbana degli ultimi 100 anni.
Seguono vari esempi di architetture contemporanee di diversi autori, italiani e stranieri, che come una serie di cartoline mostrano il paesaggio architettonico contemporaneo.

Giulia Azzini

Giulia Azzini Ingegnere

Appassionata di architettura sostenibile, le piace scrivere e coniuga qui le due cose. Tra un buon libro e un’escursione in montagna si tiene sempre aggiornata. Ama reinventare la propria casa e quella di familiari o amici.

Ti potrebbero interessare anche...