Uno contro zero per lo smaltimento di RAEE di piccolissime dimensioni

Uno contro zero è il nome del regolamento firmato a Marzo 2016 dal ministro dell’Ambiente e in vigore dal 22 luglio 2016 con il decreto n.121 del 31 maggio 2016, n. 121. Tale regolamento disciplina il ritiro gratuito di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) di piccolissime dimensioni provenienti da nuclei domestici.

Il cosiddetto Uno contro zero Consentirà a chi vuole smaltire piccoli AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) di consegnarle gratuitamente presso un distributore senza avere l’obbligo di acquistarne di equivalenti.

Quali apparecchiature sono soggette all’Uno contro zero

A stabilire quali siano le apparecchiature soggette all’Uno contro zero è il decreto legislativo n. 49 del 2014 (Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche – RAEE) che definisce RAEE provenienti dai nuclei domestici.

Per convenzione sono divisi in:

  • I RAEE di piccolissime dimensioni (articolo 4, comma 1, lettera f) del decreto di cui sopra): apparecchi elettrici ed elettronici con dimensioni esterne inferiori ai 25 cm;
  • I RAEE provenienti da nuclei domestici, cito testualmente (articolo 4, comma 1, lettera l del decreto di cui sopra): “i RAEE originati dai nuclei domestici e i RAEE di origine commerciale, industriale, istituzionale e di altro tipo, analoghi, per natura e quantità, a quelli originati dai nuclei domestici. I rifiuti delle AEE che potrebbero essere usati sia dai nuclei domestici che da utilizzatori diversi dai nuclei domestici sono in ogni caso considerati RAEE provenienti dai nuclei domestici.”

Si tratta quindi di vecchi cellulari, smartphones, sveglie elettroniche, piccoli tablet, lampadine, rasoi e spazzolini elettrici, lettori mp3 e via dicendo. Oggetti di uso comune, che potranno essere smaltiti correttamente e semplicemente presso i rivenditori (hanno l’obbligo di adottare l’uno contro zero i rivenditori con superficie di vendita di AEE al dettaglio di almeno 400 mq, tutti gli altri ne hanno la facoltà).

Rifiuto senza pensiero. L’iniziativa di Ecolamp per FME

uno-contro-zero-raee-b

Ecolamp è il Consorzio per il Recupero e lo Smaltimento di Apparecchiature di Illuminazione in cui confluiscono oltre 150 produttori di apparecchiature di illuminazione, per una quota di mercato del 50%. Accoglie quindi con estremo favore l’entrata in vigore del nuovo decreto e del regolamento Uno contro zero che, oltre ad evitare che i RAEE vengano smaltiti in modo non adeguato, ne facilita e semplifica la raccolta differenziata, incentivandola.

Il Consorzio, da sempre attento alla salvaguardia dell’ambiente, dimostra ancora una volta il suo impegno concreto per una corretta gestione del ciclo dei rifiuti di apparecchiature di illuminazione attraverso l’iniziativa “Rifiuto senza pensiero”,  un servizio gratuito che mette a disposizione dei punti vendita idonei contenitori per la raccolta dei materiali in oggetto. Prevede inoltre anche il ritiro e il trasporto gratuiti per garantire il trattamento adeguato dei RAEE conferiti e fornisce materiale informativo per sensibilizzare la clientela all’importanza del corretto riciclo. 

Sul sito Ecolamp potete da ora trovare anche un elenco sempre aggiornato con i punti vendita aderenti all’iniziativa, in modo da semplificare ulteriormente la raccolta differenziata dei RAEE, mentre per conoscere l’ubicazione dei Centri di raccolta più vicini il consorzio ha realizzato un’apposita App scaricabile gratuitamente (l’isola che c’è) e una mappa interattiva da consultare sul sito.  

Ti potrebbero interessare anche...