Una persiana come giardino pensile e il verde entra nelle case di tutti

Persiana-giardino-pensile-e

Dalla Francia arriva la reinterpretazione di giardino pensile, per soddisfare il crescente bisogno di contatto con il verde e la natura da parte dei cittadini delle metropoli, così lontani dalle distese boscose e oniriche delle campagne di tutto il mondo. In occasione del concorso parigino “Jardin Jardin” gli architetti e designers Nicolas Barreau e Jules Charbonnet hanno realizzato questo progetto che consiste in un giardino pensile daapplicare in facciata alle persiane. Questa struttura è un semplice giardino pensile nato come prodotto industriale per persone che vivono in appartamento o in generale in luoghi con spazi verdi limitati, come i cittadini di Parigi, metropoli costituita quasi esclusivamente da eleganti palazzine affacciate direttamente su strada.

Persiana-giardino-pensile-b

Persiana-giardino-pensile-d

Persiana-giardino-pensile-e

Persiana-giardino-pensile-f

Questo prodotto assomiglia ad una persiana, in quanto si applica direttamente al davanzale della finestra, semplicemente collegandola al di fuori di essa. Tramite un sistema a carrucola sarà possibile regolarla velocemente nella posizione desiderata tirando una cordicella. Abbassandola assumerà una posizione orizzontale che permette di ingrandire la superficie verde esposta verso la città, allontanandosi al massimo dalla facciata del proprio edificio e ottenere un supporto più ornamentale per le piante. Se invece la si pone in posizione verticale la persiana andrà a creare un pannello che scherma la luce e un filtro per l’aria. Il giardino può tranquillamente essere appeso ovunque, proprio in questo risiede la sua straordinaria versatilità, diventando anche un arredo d’interni.

Il progetto è stato selezionato tra i migliori del concorso ed esposto, per ora solamente come prototipo, a Maggio del 2012 nella fiera Jardin Jardin dei Giardini delle Tuileries.

Violetta Breda

Violetta Breda Architetto

Laureata in Architettura delle Costruzioni presso il Politecnico di Milano e in Conservazione presso lo IUAV di Venezia. Ama il design, gli animali e scrivere: ha coniugato queste sue passioni in un progetto online che unisce animali e umani grazie all’architettura e al design. La trovate qua e là per l’Italia, ma soprattutto sui social network.

Ti potrebbero interessare anche...