Un “maglione” traspirante sul grattacielo più alto del mondo

grattacielo-traspirante-dubai-a

Dubai si appresta a sconvolgere nuovamente con la sua ultima possibile creazione che stravolgerebbe ogni record esistente. Ad oggi si tratta di un’idea, in fase di approvazione, ma già si muovono le prime stime sui costi e gli effetti che una simile impresa comporterebbe una volta realizzata. Il Burj Khalifa, in origine Burj Dubai, è il più alto grattacielo costruito al mondo, con il maggior numero di piani calpestabili, pari a 163, con gli ascensori più veloci, nonchè il più alto edificio reso ad uso abitativo e avrà la particolarità di avere una pelle traspirante. I designers dello studio OP–EN stanno lavorando per rendere il Burj Khalifa la più grande installazione del mondo.

Grattacieli da record: sono i più alti ma anche i più inutilizzati

UN’ISTALLAZIONE MASTODONTICA

L’opera in fase di studio porta il nome di Exo–Burj, un imponente tessuto sospeso lungo i circa 830 metri di altezza, ancorato in cima, con svolgimento a spirale.

Il materiale traslucido costituisce una super struttura leggera e traspirante, capace di riflettere il panorama circostante, il grattacielo di Dubai ad una certa distanza sarà perciò invisibile, poiché si mimetizzerà con il circondario; aumentando la vicinanza si inizierà a scorgere il Burj Khalifa, fino a toccare con mano il manto semitrasparente.

grattacielo-traspirante-dubai-b

OSTACOLI PROGETTUALI

Il progetto nasce per sopperire alle problematiche sorte con i sistemi di condizionamento del grattacielo; perciò si è pensato di avvolgere l’intero edificio dentro un mantello traspirabile e semi trasparente.

grattacielo-traspirante-dubai-c

grattacielo-traspirante-dubai-d

Le difficoltà che impediscono al momento la realizzazione del progetto vanno ricondotte in particolar modo al rapporto col circondario. La massiccia installazione altera la prospettiva dell’area, proiettando un’ombra di ingenti dimensioni, senza contare i cambiamenti che comporterebbe a livello climatico, modificando la ventilazione e la circolazione dell’aria, e riflettendo la luce solare sugli edificati adiacenti.

Simona Tannino

Simona Tannino Laureata in Architettura

Adora fare fotografie, scrivere e viaggiare. Quasi quanto lo shopping! Affascinata dalle grandi metropoli, si trasferisce nella City alla ricerca di nuovi stimoli. Un suo desiderio è riuscire a conciliare le sue due grandi passioni: architettura e danza. Colleziona Lego, tra un cantiere ed una mostra d’arte. Ah, è famosa per il suo tiramisù!

Ti potrebbero interessare anche...