Serpentine Gallery 2014. La conchiglia sospesa di Smiljan Radic

serpentine-gallery-padiglione-a

Da ormai 14 anni la Serpentine Gallery organizza a Londra ogni anno un evento speciale per l’estate, commissionando ad un architetto, che non abbia mai costruito nel Regno Unito, la realizzazione di un’installazione a Kensington Park, allo scopo di ospitare mostre d’arte e visitatori. Quest’anno è stato selezionati il giovane architetto cileno Smiljan Radic, che ha ideato una conchiglia in pietra capace di riflettere la luce e illuminarsi di notte.

In copertina: © Iwan Baan

Serpentine Gallery 2013: il padiglione di Sou Fujimoto

LA CONCHIGLIA SOSPESA

All’architetto cileno, tra i più giovani partecipanti alla realizzazione del Padiglione, appena 48 anni, solito costruire in patria, è stato scelto dal direttore ed dal co–direttore dell’esposizione, Julia Peyton–Jones e Hans Ulrich Obrist, per la realizzazione dell’installazione. La Serpentine Gallery attira ogni anno circa 750.000 visitatori con mostre, concerti ed eventi culturali e quest’anno rimarrà aperta e visitabile fino al 19 Ottobre.

serpentine-gallery-padiglione-b

serpentine-gallery-padiglione-c

In alto: © Iwan Baan

Il concept di Smiljan Radic è quello di una conchiglia sospesa nel vuoto
, sorretta da grosse pietre di cava, realizzata in pannelli in fibra di vetro traslucido, assemblati fra loro, capaci di riflettere la luce dall’interno durante le ore serali ed attirare i visitatori come falene.

serpentine-gallery-padiglione-d

serpentine-gallery-padiglione-e

Il bianco guscio copre circa 350 mq, dei complessivi 514 mq destinati alla Serpentine Gallery; il visitatore può scegliere se esplorarlo dall’esterno, sfruttando le pietre come sedute, o addentrarsi e scoprire il cortile al suo interno.
Le molteplici viste panoramiche che si aprono nel guscio danno l’idea di un patio interno, suggerito dall’uso del pavimento in legno.

Simona Tannino

Simona Tannino Laureata in Architettura

Adora fare fotografie, scrivere e viaggiare. Quasi quanto lo shopping! Affascinata dalle grandi metropoli, si trasferisce nella City alla ricerca di nuovi stimoli. Un suo desiderio è riuscire a conciliare le sue due grandi passioni: architettura e danza. Colleziona Lego, tra un cantiere ed una mostra d’arte. Ah, è famosa per il suo tiramisù!

Ti potrebbero interessare anche...