Riqualificazione ambientale dei Navigli di Milano

Navigli-milano-b

Agli inizi di quest’anno è stato inaugurato il progetto di riqualificazione ambientale dei Navigli che, per il momento, riguarda un tratto di circa 1 km del Naviglio Grande di Milano, ma che rappresenta solo il primo passo di un piano di riconversione più ampio che comprende la realizzazione di una vera e propria strada verde tra la città di Milano ed i Parchi Regionali della Valle del Ticino e dell’Adda. L’area delle alzaie del NaviglioGrande sarà ripulita completamente da rifiuti e da specie infestanti e, quindi, verranno messi a dimora arbusti autoctoni come il biancospino, il ligustro, la rosa canina ed altre specie poco invasive, sì da riqualificare adeguatamente un’area caduta in degrado da tempo e di collegarla agli eventi dell’Expo 2015.

In vista dell’Esposizione Universale, la Regione Lombardia ha, infatti, presentato un insieme di interventi tra i quali il progetto Via d’Acqua Parco dell’Expo ed il programma regionale di valorizzazione dei Navigli, entrambi all’interno del cosiddetto Masterplan Plan Navigli che ha visto coinvolte istituzioni, mondo accademico e sponsor privati.

Il piano di conservazione e di riqualificazione dell’intero sistema si pone come obiettivo principale la messa in sicurezza ed il consolidamento delle sponde, senza alterarne i tratti storici e tradizionali, per un riuso dell’area “così com’era e funzionava una volta", compreso il recupero della navigabilità dei canali, la rivalorizzazione del complesso delle alzaie con un circuito ciclabile e pedonale, oltre al restauro, lungo i percorsi, dei palazzi e delle ville storiche da destinare ad attività culturali o comunque di uso pubblico. I Navigli diventerebbero il mezzo di connessione con i parchi regionali, ma anche con quelli metropolitani minori e con ambienti naturali e, funzionando ancora come i principali collettori del sistema d’irrigazione milanese, potrebbero rappresentare l’occasione per una rivalutazione del patrimonio agricolo circostante in termini ecologici, fitodepurativi e di produzione di biomasse vegetali.

Navigli-milano-c

Sempre nel corso del 2012 è stato presentato dagli architetti Rossie Guazzoni, vincitori nel 2004 del concorso di idee bandito dal Comune di Milano, il piano di recupero della Darsena di Milano e dell’area ad essa contigua, sempre nell’ambito del progetto delle Vie d’Acqua, e sempre in connessione con l’Expo 2015. Gli interventi previsti, frutto di una rivisitazione del progetto vincitore del Concorso, riguardano una Nuova via d’acqua che collegherà il sito dell’Esposizione al centro della città, immettendosi nel Naviglio Grande, oltre a opere di riqualificazione sulla Darsena stessa con nuove pavimentazioni, giardini, ponti, percorsi pedonali e ciclabili, salvaguardando il carattere storico ed omogeneo dell’area.









Monica Tredici

Monica Tredici Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...