• scritto da Giuditta Liberio
  • categoria Progetti

Architettura subacquea a Dubai: Water Discus Hotel sarà sottomarino

AAA

Sulla Terra, ci sono luoghi dove tutto è possibile; dove l’architettura fa a gara per essere sempre più stravagante e al confine con l’immaginazione. Dubai non è solo una delle città più ricche del Medio Oriente, ma è anche scenario di trasformazioni urbane e sperimentazioni architettoniche che superano gravità e limiti morfologici, e molto spesso anche il rispetto per gli ecosistemi ambientali. Dopo Hydropolis, progetto di un albergo situato sott’acqua e fortunatamente mai realizzato, Dubai ci riprova con il Water Discus Hotel. Nei giorni scorsi, infatti, è stato firmato il protocollo d’intesa per la realizzazione del primo esempio di architettura subacquea.

WATER DISCUS(S) HOTEL

Il progetto nasce dalla collaborazione della società svizzera di ingegneria Big Invest Group con la Drydocks World, che ha presentato delle bozze futuristiche degne di un film Sci–fi su come potrebbe essere realizzata la struttura.

Water-Discus-b

Situato a 10 metri di profondità, è formato da una struttura a dischi montati in cima a dei piloni contenenti ascensori e scalinate. I dischi, sedi di zone relax e ristoranti, sono progettati per essere estremamente versatili e in grado di galleggiare come scialuppe di salvataggio in caso di malfunzionamento della struttura. Il Water Discus Hotel è stato concepito per adattarsi a diversi livelli del mare, non solo in previsione di possibili cambiamenti ambientali, ma anche a cambiamenti di tipo economico legati alla dislocazione della struttura in un posto diverso da quello originario. Esso offre alle 21 camere ospitate la vista sulla barriera corallina del Golfo Persico, e alla barriera corallina lascia la vista di ospiti indiscreti disposti a tutto pur di passare una notte in compagnia di uno squalo o di una medusa.

INTERESSI ECONOMICI O AMBIENTALI?

Il team di progettisti ha giustificato la progettazione di questo albergo tentando di attribuirgli una valenza ambientale: secondo quanto riferito sarà la sede del Underwater World Protection, organizzazione che si occupa della protezione degli ambienti marini. Bodgan Gutkowski, presidente della Big Invest Group, ha infatti spiegato al World Architecture News che “Water Discus Hotel apre nuove opportunità per il supporto dell’ ecologia, dalla creazione di nuovi ecosistemi sott’acqua e attività sulla protezione del mondo subacqueo. Infatti, ci piacerebbe creare un centro di protezione dell’ambiente marino, facendo del Water Discus Hotel uno strumento per la ricerca e la protezione dell’ambiente marino degli Emirati Arabi Uniti". Ma non specifica che, nel caso questa “invadente” struttura venga realizzata, l’ecosistema marino del Golfo di Dubai, subirà ripercussioni negative e la conseguente depauperazione della sua biodiversità.

Water-Discus-d

Il Water Discus Hotel suscita un certo interesse nel mondo architettonico, per via dell’innovazione tecnologica necessaria sia per la realizzazione che per l’approvvigionamento energetico della struttura stessa, ma sorgono forti dubbi sul fatto che un progetto di questa portata possa rappresentare davvero un valore aggiunto all’ambiente o l’ennesima trovata pubblicitaria per superare record mondiali e attirare maggiori turisti.

Ti potrebbero interessare anche...