La casa degli Hobbit che si assembla in 3 giorni

Avete mai desiderato vivere in una “Hobbit House”? O semplicemente essere più vicini alla natura e magari vivere sotto il vostro giardino, i vostri fiori e i vostri alberi? Riuscite ad immaginare di vivere in una piccola casa eco-friendly, assemblata in soli 3 giorni e ad alta efficienza energetica, ma con tutti i comfort di una casa convenzionale? 

Non parliamo in questo caso di progettazione di tetti verdi, di cui siamo oramai abituati a leggere sempre più di frequente e la cui tecnologia è sempre più spesso presente all’interno delle nuove costruzioni, sia pubbliche che private, ma questa volta parliamo di integrazione tra prefabbricazione e coperture verdi.

CASA DEGLI HOBBIT: IN GALLES QUELLE A BASSO IMPATTO

La copertura verde delle "case degli Hobbit"

Le "case degli Hobbit" sono costituite da moduli prefabbricati in fibre polimeriche rinforzate, durevoli, flessibili e impermeabili, assemblabili in tre giorni e ricoperti con terreno vegetale per creare flessibili spazi verdi. Le strutture sono naturalmente resistenti agli agenti atmosferici, non sono soggette a corrosione, sono resistenti al fuoco e non tossiche.

Il modulo base ha la forma di un guscio e le pareti sono fiancheggiate da terra rinforzata. Il guscio può essere coperto con piante di dimensioni medie, come ad esempio quelle per la produzione di frutta e verdura, e ciò fornisce l'isolamento necessario per mantenere l'interno fresco in estate e caldo in inverno.

Le case così realizzate sono adatte per i climi più caldi, se ricoperte di sabbia, e per climi freddi, con uno strato di terra destinato ad essere coperto di neve.

Il vantaggio di questo tipo di costruzione è quello di riuscire a raggiungere un'adeguata ventilazione e impermeabilizzazione, con gusci forti, impermeabili e modulari che collaborano strutturalmente con la terra. Infatti, il terreno presente sui lati delle strutture e sul tetto collabora con la stabilità e la resistenza della struttura finita, invece di essere un carico permanente.

La casa che si assembla in 3 giorni

In fase di costruzione, ogni pannello della casa è avvitato agli altri attraverso lembi forati, sigillato e ancorato alla fondazione. In qualsiasi momento e punto, possono essere aggiunti allo scavo cavedi e canali per gli impianti elettrici, idrici o per la ventilazione meccanica. L’assemblaggio è così facile che non richiede manodopera specializzata né attrezzature pesanti. 

La modularità fa sì che si possa iniziare con una composizione di piccole dimensioni, per poi procedere all’espansione dell’abitazione.

hobbit-house-b

hobbit-house-c

hobbit-house-d 

hobbit-house-e

Roberta Ruggieri

Roberta Ruggieri Architetto

L’architettura e l’arte sono da sempre le sue più grandi passioni, affiancate dall’interesse per la fotografia e dalla pratica del nuoto a livello agonistico. Idealista, crede ancora che un grande impegno porti a grandi risultati, nello sport e nella professione così come nella vita. 

Ti potrebbero interessare anche...