Sicurezza nei cantieri, come è cambiata dopo il Covid-19

Sicurezza nei cantieri dopo il Covid-19

Come conseguenza del Covid-19 i cantieri si sono dovuti adeguare per risultare luoghi sicuri anche sotto il profilo igienico ed epidemiologico. Abbiamo già parlato delle figure professionali coinvolte nella sicurezza in cantiere. Vediamo il ruolo del committente, quello del RUP e la le disposizioni entrate in vigore con il DPCM 11 marzo 2020.

L’attuale assetto normativo per i cantieri temporanei o mobili, previsto dal D.lgs. 81/08, richiama la centralità del ruolo del committente, pubblico e privato. Egli, in qualità di soggetto interessato, deve essere il primo ad interessarsi delle eventuali ricadute sulla salute e sicurezza nei cantieri di tutti i soggetti presenti e deve attenersi ai principi e alle misure generali di tutela previste dall'art.15 del richiamato D. lgs. 81/2008.

Sappiamo però che nelle opere pubbliche e nell’ambito dei cantieri, è il Responsabile Unico del Procedimento (RUP) la figura centrale e strategica nella sua funzione di responsabile dei lavori. Infatti, il Responsabile deve provvedere a creare le condizioni affinché il processo realizzativo dell’intervento risulti condotto in modo unitario ed efficace, non soltanto con riferimento ai tempi ed ai costi preventivati, quanto alla manutenzione programmata, alla qualità richiesta, ma anche e soprattutto alla sicurezza e alla salute dei lavoratori.

Sicurezza nei cantieri: l’emergenza Covid-19 e il DPCM 11.03.2020

In questo contesto normativo, dunque, si è inserita l’emergenza COVID-19 e i numerosi sforzi delle Istituzioni per definire raccomandazioni e protocolli di sicurezza anti-contagio, a tutela della salute di ogni singolo lavoratore.

L'importanza del sistema di prevenzione aziendale nel contrasto dell'emergenza da COVID-19 emerge nelle “raccomandazioni” contenute nell'art.1 del D.P.C.M. 11 marzo 2020.

Esse, pur non citando nello specifico le figure che si muovono all’interno del contesto cantieristico, si pongono come fondamento per qualsiasi tipo di attività, sottolineando come qualsiasi tipologia di lavoro debba prendere delle precauzioni all’avanzare della pandemia.

sicurezza cantiere covid 19

Le raccomandazioni di cui al n. 7 dell’art. 1 del citato D.P.C.M. riguardano sia le attività produttive sia quelle professionali e hanno ad oggetto, fra l’altro:

  • l'attuazione del massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
  • l'incentivazione delle ferie e dei congedi retribuiti per i dipendenti nonché degli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
  • la sospensione delle attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione;
  • l'assunzione di protocolli di sicurezza anti-contagio e l'adozione di strumenti di protezione individuale là dove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento;
  • l'incentivazione delle operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali.

La raccomandazione di cui al n. 8 dell’art. 1 del D.P.C.M 11 marzo 2020 relativa alle sole attività produttive, ha ad oggetto la limitazione al minimo degli spostamenti all'interno dei siti e il contingentamento dell'accesso agli spazi comuni.

Anche la raccomandazione contenuta al n. 9 dell’art. 1 del DPCM concerne le sole attività produttive, prevedendo che in relazione a quanto disposto nell'ambito dei n. 7 e 8, si favoriscano intese tra organizzazioni datoriali e sindacali.

Dunque, il DPCM 11.03.2020 entra a gamba tesa sul quotidiano dei cantieri, con ulteriori disposizioni quali l’obbligo di indossare la mascherina, mantenere una distanza che limiti le possibilità di contagio e l’attenzione dei lavoratori così come dei responsabili di circoscrivere il più possibile lo scambio di strumenti in mancanza di sanificazione/protezione in atto.

Per completare correttamente il tuo Aggiornamento Obbligatorio per mantenere la carica di CSP, CSE, ASPP e RSPP, GoPillar Academy mette a disposizione il Corso di Aggiornamento sulla Sicurezza nel Cantiere aggiornato su tutte le ultime normative! Solo fino a fine mese, il Corso è disponibile ad un prezzo unico e riservato ai lettori di Architettura Ecosostenibile: 99€ invece che 349€!!

Acquista il corso a 99€ (invece che 349€)

Bianca Pagliolo

Bianca Pagliolo Architetto e BIM Specialist

Con i software di modellazione è stato amore a prima vista, il BIM la scoperta rivelatoria che ha segnato una svolta nella sua carriera.
Spettinata e stravagante nella vita reale, meticolosa e rigorosa in quella digitale.
Ha una passione per i libri antichi e i mappamondi.