Strutture in legno: l’eleganza del golf club di Shigeru Ban

AAA

Il Nine Bridges Country–Clubhouse è un complesso parte di un golf club situato a Yeoju, distante circa un’ora di macchina da Seoul, capitale della Corea del Sud. Il suo campo da golf vanta un percorso da 18 buche ed è sormontato dall’elegante struttura in legno realizzata dall’architetto giapponese Shigeru Ban, in collaborazione con lo studio di progettazione Kaci International. Tra i riconoscimenti, il progetto ha vinto la medaglia d’oro 2010 della settima edizione del Premio Internazionale di Architettura Sostenibile Fassa Bortolo ospitato annualmente dall’Università di Ferrara.

LA SUDDIVISIONE DEGLI EDIFICI

Il complesso che ospita il golf club occupa 16.000 mq ed è composto da un sotterraneo e tre piani rialzati, a sua volta suddiviso in tre diversi edifici, che si differenziano nella struttura. Il primo è riservato ai membri regolari ed è considerabile come l’edificio principale, il secondo è dedicato ai cosidetti VIP members e l’ultimo ai local VIP members, fornito di suites private.

L’edificio principale è composto da una conchiglia a maglia esagonale, scandita da colonne in legno e da una parete divisoria in vetro, mentre la base è composta da pietre (macerie di muratura com’è tipico della Corea). Questa area caratterizzata dall’uso del legno si estende individua gli spazi di pubblico accesso, collocati al piano terra dell’edificio: la reception, una sala riservata ai membri, un salone per le feste.

La parte in pietra invece è il piano rialzato ed ospita spogliatoi, bagni e aree di servizio. Al primo piano è collocata la parete vetrata, che per una lunghezza di 4–5 metri è completamente apribile. Il tetto misura 36x72 metri ed è una sorta di protettivo, anch’esso in legno, circondato da pietra locale.

golf-club-shigeru-ban-c

golf-club-shigeru-ban-d

LA STRUTTURA

La struttura a conchiglia a maglie esagonali presenta il tipico disegno dei cuscini estivi tradizionali coreani, denominati “moglie del Bamboo”: la struttura difatti, seguendo il medesimo concetto del cuscino, favorisce la ventilazione naturale e permette al vento di fluire attraverso gli interni, mantenendosi al contempo solida ed ecosostenibile.

golf-club-shigeru-ban-e

golf-club-shigeru-ban-f

La struttura parzialmente in legno è stata adottata proprio per conformarsi alla normativa costruttiva coreana, che non permette di costruire edifici in legno più ampi di 6000 mq. Le insolite colonne dalla forma “ad albero”, che dominano l’atrio centrale, raggiungono l’altezza di 3 piani.

golf-club-shigeru-ban-g

golf-club-shigeru-ban-h

Gli altri due edifici invece hanno una struttura diversa: quello riservato ai local VIP members è in acciaio, a scala praticamente residenziale, mentre quello dedicato ai VIP members è in cemento armato.
Tutti è tre gli edifici presentano caratteristiche di sostenibilità e di tradizione, evidente nell’uso dei materiali e nelle tecniche di costruzione reinterpretate in chiave moderna.

 

Violetta Breda

Violetta Breda Architetto

Laureata in Architettura delle Costruzioni presso il Politecnico di Milano e in Conservazione presso lo IUAV di Venezia. Ama il design, gli animali e scrivere: ha coniugato queste sue passioni in un progetto online che unisce animali e umani grazie all’architettura e al design. La trovate qua e là per l’Italia, ma soprattutto sui social network.

Ti potrebbero interessare anche...