Strisce led per il design di interni: illuminare la zona giorno

Le strisce led, dalla lunga durata, grande efficienza energetica e dimensioni ridotte, se applicate correttamente e con gusto, possono contribuire positivamente al design degli interni.

Si tratta di piccolissimi nastri luminosi, larghi circa 10 mm e spessi 3-4 mm venduti in bobine da 5 metri, da tagliare a seconda delle esigenze in sezioni più piccole, anche di soli 5 cm di lunghezza.

Disponibili in colori diversi, dal bianco (tonalità calde, neutre o fredde), rosso, blu e giallo, le strisce led possono creare effetti raffinati quanto clamorosamente kitsch, quindi è importante applicarle nella giusta misura, affidandosi ad un architetto o uno specialista dell’illuminazione per consigli sul posizionamento, i dettagli costruttivi e sulla scelta del tipo di striscia led da utilizzare.

Lo studio della posizione e del dettaglio costruttivo è molto importante perché se la striscia led non è nascosta bene, tende a staccarsi, la luce ha un’intensità eccessiva o un colore non adeguato, si rischia di non ottenere l’effetto luminoso desiderato.

Adatte a qualsiasi ambiente della casa, inclusi bagni, camere da letto e ambienti comuni, ecco qualche suggerimento per inserirle con gusto in casa per illuminare zone definite di soggiorno e cucina.

Strisce led per il soggiorno

Nel design degli interni le strisce led possono essere installare in soggiorno per dare risalto ad un mobile, un complemento d’arredo o un’intera parete. Se integrate all’interno dei mobili, illuminano le mensole facendo risaltare, come in una mostra, gli oggetti poggiati su di esse. L’illuminazione può avvenire dal fronte o dal retro della mensola, dall’alto dal basso a seconda dell’effetto luminoso che si vuole ottenere.  

strisce-led-design-interni-b

È possibile installare strisce led anche a soffitto, preferibilmente in ambenti dalla forma regolare, per sottolineare un’area, contribuire a definire un ambiente. 

strisce-led-design-interni-c

Strisce led per la cucina

L’applicazione delle strisce led più diffusa in cucina è quella che le vede alla base dei mobili, a creare un effetto di sospensione dell’intera cucina. Spesso le strisce led, installate dietro la cappa, vengono anche impiegate per illuminare il piano cottura, oppure, come per il soggiorno, applicate alle mensole per illuminare gli oggetti esposti. 

strisce-led-design-interni-f

Ma non è necessario che ci siano degli oggetti esposti per ottenere effetti di luce interessanti. È il caso di ritagli nel muro, a mo’ delle nicchie ad orientamento prevalentemente verticale o orizzontale, come quelle in foto. Applicazioni più particolari vedono le strisce led integrate nel ripiano della cucina. 

strisce-led-design-interni-d

AWG Lighting è un’azienda specializzata nella produzione di illuminazione led Made in Italy, anche su misura, che offre due tipologie di strisce led: “Easy strip” e “High technology strip”, entrambe di alta qualità, disponibili dimmerabili, bianche o colorate. Le seconde, ad altissima resa cromatica ed efficienza, sono disponibili con spessori minimi, fino a 4,5 mm e, realizzate con componenti dalle dimensioni ridotte, permettono l’installazione di un maggior numero di led a favore dell’uniformità del flusso luminoso. 

Ti potrebbero interessare anche...