• scritto da Giuditta Liberio
  • categoria Progetti

Stonehenge. Nuovo Visitor Center per il posto più misterioso del mondo

AAA

Situato nella piana di Salisbury, nella regione dello Wiltshire in Inghilterra, Stonehenge è il sito megalitico più enigmatico ed affascinate del mondo, dove la sacralità si mescola con l’astronomia e il mito si fonde con la storia. Tutto questo incanto è spezzato da un turismo di massa molto spesso inconsapevole del rispetto dovuto al luogo e dalla vicinanza a due autostrade, la A303 tra Amesbury e Stoke, e la A344. Per anni sono stati proposti progetti che prevedevano la ridefinizione degli accessi al sito e l’accoglienza turistica, e pare che l’imbarazzo generato dalla gestione delle trattative da parte del governo britannico, stiano per avere fine.

LE POLEMICHE E I RITARDI

Tra le parti che per anni hanno promosso un cambiamento troviamo la English Heritage, ente governativo che si occupa della conservazione dei beni storici ed archeologici. Nel 2009 lo studio australiano Denton Corken Marshall si era aggiudicato il primo posto al concorso internazionale sulla riqualificazione del sito, ma a causa del cambio di governo e delle lungaggini burocratiche non si era mai giunti ad un accordo. A finanziare il progetto ci ha pensato la Heritage Lottery Found, investendo 27miloni di sterline, gran parte provenientida donazioni filantropiche.

IL NUOVO VISITOR CENTER PRESTO IN CANTIERE

Il progetto, sviluppato con il supporto della National Trust, e della società di autostrade inglese Highways Agency, prevede la chiusura e l’inerbimento dell’autostrada A344 per il tratto di più vicino al sito. Questo tratto infatti, oltre ad essere attualmente molto trafficato, arriva quasi a sfiorarela famosa Heel Stone, sminuendo la sacralità del luogo e rendendolo caotico.La restante parte della A344diventerà il percorso di un nuovo servizio di navetta alimentata con energia pulita, che condurrà il visitatore sul luogo patrimonio dell’Unesco dal 1986. Gli attuali servizi presenti, obsoleti e poco adeguati, verranno sostituiti da una struttura ubicata a 1,5 miglia a ovest dal quale partirà un percorso pedonale che attraverserà la piana di Salisbury, seguendo l’antico percorso processionale. Il nuovo Visitor Center si presenta come una struttura moderna, costruita nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale, in cui al proprio interno accoglierà diversi spazi di informazione e museali, e dove verrà illustrata la storia e le leggende legate a Stonehenge.

La società appaltatrice VINCI Construction UK ha cominciato i lavori di scavo per la realizzazione del Visitor Center, e a Settembre di quest’anno, l’Highways Agency avvierà i lavori per ridefinire i percorsi stradali prima della chiusura della A344 in aprile 2013.

Stonehenge-visitor-center-b

UN PROGETTO DA REVISIONARE?

Malgrado le buone intenzioni legate alla ridefinizione degli spazi e alla creazione di un maggior legame con il paesaggio circostante, va detto che molti dubbi – sia dell’opinione pubblica che del CABE – aleggiano intorno al progetto. In primo luogo viene fortemente criticata la struttura, slegata dal contesto, in particolare il tetto rigido e lineare e il porticato discontinuo, che non garantisce una piena copertura ai visitatori in caso di pioggia o forte vento. Inoltre, la scarsa chiarezza sull’ubicazione dei punti di accesso, dei parcheggi e di una segnaletica stradale, non restituiscono in termini pratici l’idea originaria di disciplinare gli spazi in maniera adeguata.

Stonehenge-visitor-center-c

Ti potrebbero interessare anche...