FestARCH e la premiazione di Eco luoghi, case per un abitare sostenibile

Ecoluoghi

Nella meravigliosa cornice della Sala d’Onore del Palazzo Donini di Perugia, sede della giunta regionale dell’Umbria, s’è tenuta oggi 9 Giugno l’anteprima della mostra “Eco–Luoghi 2011, case per un abitare sostenibile” che per un mese a partire dal 28 Giugno sarà allestita al MAXXI di Roma. I vincitori si sono alternati dietro i microfoni per presentare i loro progetti premiati al consulto informale tenutosi lo scorso Novembre che dà il titolo

alla mostra al tempio nazionale dell’architettura contemporanea. Promotori dell’iniziativa sono l’Associazione Mecenate 90 in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, alla ricerca di nuove idee per far fronte ai sempre più scottanti temi della sostenibilità dell’architettura e, tema quanto mai attuale, alla necessità di rifugi d’emergenza.

Tra i circa 60 progetti vagliati dalla giuria, sono stati scelti 10 vincitori, 5 nella categoria senior (over 35) e 5 nella categoria junior (under 35) e tutti oggetto della mostra al MAXXI, con l’esposizione dei prototipi scala 1:1. La Mostra si svolgerà sotto il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e del Comune di Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Ambientali e del Verde urbano. L’ingresso sarà gratuito. Durante la Mostra sono previsti seminari e convegni dedicati ai temi dell’architettura contemporanea, del paesaggio e delle innovazioni in campo energetico.

I PROGETTISTI SELEZIONATI

CATEGORIA SENIOR

Arch. Francesco Bombardi, Capogruppo | Lègologica. Una casa piena di contenuti
Il progetto è composto da moduli (“ceste”) prefabbricate modulari e componibili in filo di nylon rigenerato, completate in situ in autocostruzione, con materiali vari reperibili nel contesto ambientale, permettendo così all’edificio di fondersi in modo armonico con l’ambiente in cui è collocato.

Arch. Mauro Frate, Capogruppo | Network Urbano Sostenibile
L’architetto Frate sottolinea come, al di là di una progettazione che soddisfi dei criteri che facciano entrare un edificio entro parametri stabiliti dal regolamento edilizio nazionale, sia necessario occuparsi della filiera di produzione del paesaggio.

Arch. Francesco Gostoli, Capogruppo | casaminima 45
Partendo dal metro armonico, una sorta di modulor di Le corbusier, immagina la sua unità abitativa come una casa per migranti che garantisca il massimo comfort nel minimo spazio richiesto dalla committenza (45 mq) e include pareti a doppia ventilazione e accorgimenti per limitare al minimo i consumi energetici.

Arch. Daniela Pastore, Capogruppo | guscio 77
Localizzato a Narni in contesto rurale, l’unità abitativa ingloba nel design del tetto e delle pareti i tanto detestati pannelli fotovoltaici, liberando le preziose terre coltivabili.

Arch. Filippo Spaini, Capogruppo | High Tech Low Tech
Propongono un progetto che si mimetizza nel paesaggio del Cilento, massimizzando nel contempo la visuale dall’interno.

CATEGORIA JUNIOR

Arch. Marinella Cogodda | Casa panoramica
I giovani architetti propongono un’ unità abitativa prefabbricata di rapido assemblaggio che tiene conto del miglior orientamento sulla base dell’irraggiamento solare e del panorama circostante.

Arch. paesaggista Anna Lovisetto | La casa di paglia – 3R Strawbalehouse
La proposta parte dalle tre “R”, ovvero “Ridurre, Riutilizzare, Riciclare” per giungere a proporre un’unità con struttura portante in legno e tamponature in balle di paglia.

Arch. Tommaso Pascutti, Capogruppo | Idra
L’elemento abitativo è inserito nella fascia precostiera della Pianura Padana. Nonostante l’invasività del marchingegno, il modello insediativo risulta energeticamente autosufficiente in modo assai originale evitando le fondazioni e sfruttando le correnti fluviali e lagunari in modo naturale.

Arch. Federico Pella, Capogruppo (Sering srl) | NuEvo. 100% Sustainable Design
Unità modulare e assemblabile in legno lamellare che si concentra sulla ripetitività del modulo e sul risparmio energetico.

Arch. Paolo Robazza, Capogruppo | Casa di paglia sulle Dolomiti
Il progetto utilizza materiali locali a basso costo che permettono ottime prestazioni energetiche grazie ai soli materiali e al design.

Appuntamento al MAXXI il prossimo 28 Giugno, quindi per ammirare dal vivo le proposte premiate.









Federica Lipari

Federica Lipari Architetto

-

Ti potrebbero interessare anche...