Incentivi 2015 per le schermature solari

Con la Legge di Stabilità 2015 (n. 190 del 23/12/2014) entrata in vigore il 1 Gennaio 2015, è stata finalmente riconosciuta ufficialmente l'importanza che le schermature solari rivestono per il risparmio energetico, per lo più estivo. La legge, infatti, ha esteso a tende, chiusure oscuranti, schermature e dispositivi di protezione solare di altro tipo gli incentivi fiscali del 65% già previsti per altri interventi di riqualificazione energetica (serramenti e infissi, caldaie a condensazione e biomassa - comma 344 e 347 -, pannelli solari, pompe di calore, coibentazione di pareti e coperture).

Le agevolazioni sono da intendersi valide per le spese relative alle schermature SOLARI sostenute tra il 1 gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2015, fino ad un valore massimo della detrazione di 60 mila euro. 

LE TIPOLOGIE DI SCHERMATURE CHE POSSONO USUFRUIRE DEGLI INCENTIVI

Nello specifico, la legge ha esteso le detrazioni fiscali a prodotti, marcati CE se previsto, che rientrino nelle tipologie di schermature solari come specificato nell'allegato M del Decreto Legislativo n.311/2006, che riporta alle norme di riferimento UNI EN:

  • UNI EN 13561 “Tende esterne requisiti prestazioni compresa la sicurezza” (in obbligatorietà della Marcatura CE);
  • UNI EN 13659 “Chiusure oscuranti requisiti prestazionali compresa la sicurezza”  (in obbligatorietà della Marcatura CE);
  • UNI EN 14501 “Benessere termico e visivo caratteristiche prestazioni e classificazione”;
  • UNI EN 13363.01 “Dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate; calcolo della trasmittanza totale e luminosa, metodo calcolo semplificato”;
  • UNI EN 13363.02 “Dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate; calcolo della trasmittanza totale e luminosa, metodo calcolo dettagliato”.

LE CARATTERISTICHE DELLE SCHERMATURE SOLARI PER LE DETRAZIONI


Come esplicitato nel vademecum dell'Enea, da un'analisi delle norme UNI/TS 11300-1 e UNI EN ISO 13790 relative al calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, si è dedotto che i sistemi oscuranti, per rientrare tra quelli che potrebbero usufruire delle detrazioni dovrebbero avere le seguenti caratteristiche:

  • Proteggere una superficie vetrata;
  • Integrate nell'involucro edilizio in modo che non sia possibile per l'utilizzatore dell'immobile smontarle e montarle a piacimento;
  • Essere mobili;
  • Essere schermature tecniche.

In merito alla posizione rispetto alla superficie vetrata, è possibile installare queste schermature all’interno, all’esterno o integrate nel vetro. È prevista anche l'installazione in combinazione con superfici vetrate sporgenti rispetto all'involucro o aggettanti.

Si tratta di indicazioni di massima che aiutano a decifrare le norme ma che non sono da intendersi come giurisprudenza. Schermature e tende da sole dovranno rispondere ad una serie di requisiti di resistenza, resistenza al vento, capacità di schermare il sole ecc come da marcatura CE e norme UNI sopra citate. Il marchio CE, che dal 2006 è obbligatorio apporre, certifica che un determinato prodotto rispetta le norme vigenti in Europa. E' molto utile anche ai fabbricanti perché fornisce metodi di prova e criteri di valutazione delle caratteristiche dei prodotti. Nel settore edile, la presenza del marchio CE garantisce l'idoneità all'uso previsto dai prodotti da costruzione, fabbricati per essere inseriti in maniera permanente nelle opere edili. Nel caso delle tende da esterno, certifica tra l'altro la resistenza al vento, per cui si fa riferimento alle EN UNI 13561.

Ti potrebbero interessare anche...