Città del Bio all'Expo 2015: sistemi urbani sostenibili dall'agricoltura

A Milano, nel mese di giugno in occasione di Expo 2015, sarà presentato il progetto “Città del Bio” con lo scopo di creare le fondamenta per un sistema urbano sostenibile partendo dall’agricoltura.

CILENTO EARTH: UN PARCO AGROALIMENTARE DEDICATO AI PRODOTTI DEL TERRITORIO

citta-bio-milano-b

CITTÀ DEL BIO

In realtà non si tratta di una novità perché il progetto è stato sviluppato qualche anno fa dall’omonima associazione con sede in Piemonte, al quale hanno già aderito molti piccoli comuni, grandi città italiane come Roma, Torino, Venezia e città estere quali Bucarest, Norimberga e Labin.

Eccolo quindi approdare a Expo 2015 per diffondere la cultura del bio e dell’economia sostenibile, ponendo una particolare attenzione alla qualità della vita, alle produzioni, ai territori e creando un ponte tra le città e le zone rurali.

Per diffondere questa filosofia sostenibile è necessario però ideare una piattaforma di idee e best-practices, creare una forte relazione tra realtà anche molto diverse, tra comuni, enti locali e territori che promuovano l’agricoltura biologica non solo come un modello colturale ma, soprattutto, come un “progetto culturale”. Questo concetto, quindi, vuole includere non solo l’agricoltura per produrre cibi buoni e sani, valorizzando le produzioni locali, ma anche tutto ciò che vi ruota attorno: tecnologie pulite, green jobs, bioristorazione, tessile biologico, bioarchitettura, biocosmesi e bioeconomia.

ALCUNI ESEMPI DI COMUNI VIRTUOSI

Tra i comuni italiani entrati a far parte dell’associazione vogliamo segnalare Castel del Giudice, in provincia di Isernia, che ha trasformato vecchie stalle abbandonate in un albergo diffuso e recuperato terreni incolti per farne dei meleti; Poggioreale, in Sicilia, si è concentrata sul recupero delle sue tradizioni e del suo territorio, duramente colpito dal sisma del 1968, convincendo le aziende locali a convertirsi all’agricoltura biologica per offrire una vita migliore a chi vive nella comunità; il comune di Specchia, nel Salento, ha puntato sulla costituzione di un distretto biologico che valorizzi il territorio e garantisca la qualità dei prodotti agro-alimentari.

città-bio-milano-c

Elena Bozzola

Elena Bozzola Architetto

Si è laureata quando la parola “sostenibile” la pronunciavano in pochi e lei si ostinava a spedire email sulla tutela ambientale a tutti i suoi amici. L’incontro con Architettura Ecosostenibile è stato un colpo di fulmine. Ama la fatica delle salite in montagna e una buona birra ghiacciata dopo la discesa.