Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK

I colori nella progettazione del giardino

I colori sono un mezzo di espressione incomparabile, hanno un grosso impatto emotivo in quanto influenzano, inconsapevolmente, le nostre azioni, le decisioni e il nostro umore. Nella progettazione del giardino le scelte che riguardano gli accostamenti cromatici sono aspetti tutt'altro che semplici e richiedono non solo buon gusto e conoscenza delle teorie sui colori ma anche pazienza ed esperienza. 

Sovente si è portati a scegliere i colori secondo la nostra sensibilità e il gusto personale, trascurando il fatto che si ha nella quotidianità si ha a che fare con esseri viventi che mutano con le stagioni il loro aspetto e colore.

In copertina: un giardino del Parco Keukenhof di Lisse, nell'Olanda Meridionale.

La Teoria dei Colori per la progettazione del giardino

Per creare un giardino dal gradevole effetto estetico è importante conoscere come le nuance si possono combinare e armonizzare tra di loro; quindi è essenziale conoscere il disco dei colori, cioè la sommatoria delle relazioni tra colori.

colori progettazione giardino b

Nel disco dei colori, i tre spicchi centrali sono occupati dai colori primari

  • giallo
  • blu 
  • rosso

I colori primari sono circondati da colori secondari:

  • verde
  • arancione
  • viola

Tutti i restanti sono i colori terziari.

Dividendo virtualmente a metà il disco con una linea retta che collega il giallo e il viola si avranno i colori complementari. La linea tracciata divide le tonalità calde (i rossi, i gialli e le loro combinazioni) da quelle fredde (i verdi e i blu fino all'indaco). Ricordiamo che i colori caldi sono vistosi e generalmente tendono a predominare sugli altri, quelli freddi invece tendono a confondersi e a dare l'impressione di essere sfumati.

I colori contigui nel disco cromatico possono essere combinati e ben assortiti a creare effetti armonici, in quanto nessuna delle singole tinte è predominante o stona accanto alle altre.

Infine non dimentichiamo i colori neutri quali il bianco,argento e il grigio che funzionano benissimo sia da soli, sia per far risaltare un altro colore e donano luminosità.

La percezione dei colori del giardino

Nella fase di scelta dei colori nella progettazione del giardino bisogna considerare diversi fattori quali:

  • l’intensità della luce che cambia nell'arco della giornata e nello spazio, influenzando la percezione. Ad esempio un giardino realizzato con i toni pastello, alla luce della mattina risulterà tenue, ma totalmente scolorito con la luce intensa. Così, in aree dove prevale il verde scuro e le zone ombrose, i colori caldi possono dare un senso di luminosità;
  • la temperatura viene influenzata dalla scelta cromatica del giardino. Le tonalità del verde scuro, blu e viola creeranno giardini dall’apparenza fredda, dall'aspetto riposante e rilassante, ma rischiano di diventare noiosi, monotoni e spettrali; le tonalità calde quali rosso, arancio o giallo all’opposto creeranno un’armonia calda e il giardino sembrerà intenso, brillante ed affollato; 
  • le percezioni spaziali possono essere alterate da una combinazione di colori caldi e freddi. Utilizzando toni freddi nella progettazione di piccoli spazi possiamo avere l'impressione che questi siano più vasti, mentre utilizzando toni caldi possono ridimensionare grandi spazi rendendoli più intimi. Utilizzando nuance calde possiamo focalizzare l’attenzione in un determinato punto del giardino;
  • l'armonia: si definiscono "armonici" i colori adiacenti sulla ruota dei colori, ma non tutti i colori si armonizzano bene insieme. Una facile giustapposizione è quello di utilizzare nuance blu e rosa e accostare tutte le loro tonalità;
  • i contrasti derivano dall'accostamento di colori complementari. Per produrli in giardino si possono deliberatamente accostare colori caldi e freddi ottenendo l’effetto di esaltare entrambi i colori, un esempio di un massimo di contrasto è utilizzare il contrasto giallo e viola. Per evitare il contatto diretto tra due tinte contrastanti si può utilizzare la tecnica del “cuscinetto”, ovvero ponendo una tinta armonizzante tra le due contrastanti, ad esempio ponendo tra due strisce di fiori rossi e viola una neutra di fiori bianchi;
  • combinazione di colori o monocolore? Possiamo usare una fusione dei colori, per ricreare ambienti informali e naturaliformi; tuttavia per ottenere un convincente effetto estetico è necessario che i diversi colori si fondano in maniera omogenea con un buon effetto cromatico. Se invece vogliamo valorizzare piccoli spazi rendendoli ordinati, originali e di carattere possiamo optare per un unico colore; ne è un esempio il famoso giardino bianco di Sissinghurst Castle.

colori progettazione giardino c

e-max.it: your social media marketing partner
Erika Maggi

Erika Maggi Agronomo Paesaggista